a fidenza muore la democrazia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

A Fidenza muore la democrazia. Si imbavaglia chi chiede spiegazioni. Ieri era in programma un consiglio comunale straordinario per discutere dei fatti di Novembre quando a dire del sindaco ci furono minacce nei suoi confronti a mezzo social..... seduta richiesta dalla minoranza ben 5 mesi fa.... la giunta ha chiesto parere anche al prefetto, trattandosi di un tema molto delicato.... si è chiesto sulla legittimità della richiesta e se si doveva procedere a seduta pubblica o segreta; è stato intimato di far svolgere la seduta in modo pubblico,cosa riferita all’inizio della seduta dal Presidente del Consiglio Comunale; Ma il PD tramite il suo capogruppo ha opposto una pregiudiziale e non si è nemmeno iniziato a discutere.... l’argomento non doveva essere discusso e quindi nemmeno preso in considerazione! Ieri sera abbiamo assistito basiti a una pessima pagina di politica di Fidenza! Una cosa del genere non ha precedenti nella nostra comunità, ma comportamenti analoghi lasciavano intendere che prima o poi ci si arrivasse. Se è vero che esiste un regolamento e rende lecita la richiesta fatta dalla maggioranza,è altrettanto vero che il Presidente e il Segretario Comunale dovevano prendere una posizione, non limitarsi a chiedere il parere al Prefetto, per poi disattendere il suo volere. La costituzione sancisce il rispetto delle minoranze,la stessa che loro volevano cambiare il 4 Dicembre 2016,e non ci sono riusciti, il popolo li ha sfiduciati, la costituzione in vigore tutela le minoranze e i loro diritti! Diritti che ieri sera sono stati violati,calpestati,derisi! Quindi questa è l’innovazione, queste sono le figure paladine che si propongono di portare avanti una Comunità al grido dell’eguaglianza democratica, ma come sempre sino a che fa comodo, poi quando si toccano certi nervi scoperti si ritraggono, si chiudono, si appellano come vecchi politicanti a leggi che sembrano dimenticate e per tutta onestà non dovrebbero nemmeno essere menzionate in modo tale che tutti abbiano situazioni e risposte chiare e trasparenti. Questa è la loro democrazia, questo è il loro comportamento, ma una domanda a questo punto bisogna che ce la poniamo, se non si ha rispetto per un interrogazione della minoranza, quanto rispetto possono dare al singolo cittadino? dobbiamo aspettarci continue minacce di querele o querele? dobbiamo avvicinarci a palazzo con il capo chino? Pensiamoci seriamente. Grazie a tutta l'opposizione in consiglio che ha tentato di far valere i diritti dei cittadini! Bisogna anche chiederci se le leggi o altro sono fatte per far crescere la comunità....o proteggere i politici stessi che le approvano.. Con la pregiudiziale si è messo il bavaglio ad una città che voleva sapere . Fratelli d’Italia Fidenza Muollo Domenico Dodi Gianluca Ferrari Simona
Torna su
ParmaToday è in caricamento