16 marzo: convegno “Etica e Online: visioni e metodi del nuovo giornalismo”

L’evento è organizzato dall’associazione RadiorEvolution e dal corso di Giornalismo e Cultura Editoriale, con il contributo dell’Università di Parma e il patrocinio del Comune di Parma

 Sabato 16 marzo si terrà a Palazzo del Governatore il convegno “Etica e Online: visioni e metodi del nuovo giornalismo”, in cui esperti del settore, professori universitari e studenti del corso di Giornalismo e Cultura Editoriale si confronteranno sul presente e sul possibile futuro del giornalismo.

L’evento, organizzato dall’associazione RadiorEvolution e dal corso di Giornalismo e Cultura Editoriale grazie al contributo dell’Università di Parma e al patrocinio del Comune di Parma, inizierà alle 9 e si concluderà alle 18 ed è aperto agli studenti e a tutta la cittadinanza.

In mattinata ci si concentrerà su cultura e cronaca odierne, in due conferenze tenute da Luca Sommi (giornalista, autore televisivo e professore dell’Università di Parma), Peter Gomez (direttore de ilfattoquotidiano.it), Tobias Jones (giornalista, collaboratore di Internazionale e corrispondente di The Guardian) e Luca Ponzi (giornalista e scrittore, redazione RAI Emilia Romagna). Ad interagire con i relatori, due studenti del corso di Giornalismo e Cultura Editoriale: Yara Al Zaitr e Pasquale Ancona.

Nel pomeriggio ci si interrogherà sul futuro di questo mestiere, in un dibattito che vedrà da una parte Gabriele Balestrazzi e Paolo Ferrandi, giornalisti e professori del corso di Giornalismo e Cultura Editoriale, e dall’altra esperti quali Riccardo Bocca (giornalista, saggista e conduttore, già caporedattore de l’Espresso e vicedirettore di Sky Tg24), Daniela Preziosi (giornalista e inviata parlamentare, lavora per il manifesto, è autrice e conduttrice), Serena Bersani (giornalista e scrittrice, presidente dell’Associazione Stampa dell’Emilia Romagna, associazione Gi.U.Li.A - GIornaliste Unite LIbere Autonome) e Claudio Rinaldi (giornalista e Direttore della Gazzetta di Parma).

Obiettivo della giornata è quella di scoprire, da chi lo vive sulla propria pelle, il complicato mondo del giornalismo, che è cambiato e continua a cambiare molto velocemente. Nuove tecnologie di comunicazione e modelli socio-economici rendono difficile immaginare con precisione le caratteristiche che avrà in futuro. Si possono individuare trend e possibili evoluzioni, ma molte questioni rimangono aperte. Si affermeranno regole deontologiche nell’informazione online? Avremo un giornalismo più partecipato o più professionalizzato? Sarà iperglobalizzato o tornerà a contare la dimensione territoriale? L’informazione sarà più generalista o più personalizzata? E come si finanzierà? Che tipo di modelli editoriali si diffonderanno?

Queste e altre questioni saranno discusse e approfondite nel convegno per comprendere non solo se in futuro avremo maggiore o minore libertà di informazione ma anche che scopo, che funzione o che importanza rivestirà il giornalismo nella società di domani. Esperti e professionisti affermati del settore offriranno una panoramica sulle prospettive dell’informazione, confrontandosi con quegli studenti e quei giovani che domani dovranno raccoglierne l’eredità, nonché con i loro professori che hanno il compito di “insegnare” questa difficile professione.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Telefonate per cambiare contratti luce e gas: Federconsumatori mette in guardia gli utenti

  • Bomba d'acqua a Parma: allagamenti e disagi alla circolazione stradale

  • Paura a Mamiano, auto finisce nel canale e si schianta contro un muretto: gravissimo bimbo di 9 anni

  • Fatture false, società fantasma e fondi di denaro 'occulti' per evadere il fisco, tre arresti: sequestrati immobili di lusso

  • Incidente in tangenziale, è giallo: bici accartocciata e tracce di sangue ma il ferito non si trova

  • Assicuratore-pusher 37enne gestiva un traffico di marijuana e hashish in Università: quattro arresti

Torna su
ParmaToday è in caricamento