Amo Colorno diffida Trenord srl

"Con il ponte chiuso il servizio deve subito migliorare"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

A seguito dei continui disservizi che si stanno verificando sulla tratta “PARMA - BRESCIA” in gestione di TRENORD Srl e vista la situazione d’emergenza in cui riversa il territorio COLORNESE e CASALESCO, il gruppo AMO - COLORNO ha inviato in data 20 novembre 2018, DIFFIDA AD ADEMPIERE, alla direzione di TRENORD. Nella diffida si chiede di rendere il giusto servizio come prevede la legge, nel rispetto di tutti coloro che pagano un biglietto e soprattutto di coloro che a causa del ponte sul po chiuso da oltre un anno, non possono utilizzare l’auto a causa dell’eccessivo allungamento dei tempi di percorrenza e dell’aumento dei costi di carburante. Il gruppo AMO COLORNO ha chiesto di farlo rispettando alcuni punti fondamentali: Il treno dovrà avere non meno di n. 03 carrozze per ogni corsa; Non vi dovranno essere ritardi, se non quelli “tollerabili” una tantum di 5/10 minuti; Le carrozze dovranno essere pulite e in uno stato decoroso, con un bagno agibile sul treno; Non dovranno essere soppresse corse e/o sostituite con bus; Le motrici troppo vecchie e che rischiano di finire in “panne” dovranno essere immediatamente sostituite con veicoli di età più recente. Vogliamo sperare che Trenord, risponda nei tempi previsti alla nostra DIFFIDA, e che si mobiliti rapidamente per risolvere i suoi problemi. Non siamo molto fiduciosi, perchè denunce e diffide che quotidianamente arrivano sulle scrivanie di Trenord, sembrano non causare nessun tipo di effetto e preoccupazione. Tuttavia abbiamo deciso di seguire la giusta sequenza di carteggio con la speranza che non debba terminare con una seria e corposa denuncia da parte nostra. IL GRUPPO CIVICO AMO COLORNO

Torna su
ParmaToday è in caricamento