caramanica (rivoluzione animalista): "no spostamento gatti comune allo spip. pizzarotti ci ripensi!"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

“Siamo molto preoccupati per la scelta presa dal Comune di Parma e dal sindaco Pizzarotti di trasferire i gatti di “Lilli e il Vagabondo” dalla attuale struttura di via Melvin Jones all’interno di una oasi del quartiere Spip. Un’oasi, che – come ricordano volontari e ambientalisti – prevedrebbe la possibilità di ingresso e uscita non monitorata dei felini. Felini, quelli di “Lilli e il Vagabondo”, non avvezzi al pericolo della strada, poiché da sempre inseriti in un luogo protetto e controllato, dove la loro quotidianità andava avanti serena e riparata. Mentre l’area, dove è situata la destinazione dei gatti, è prettamente industriale e limitrofa ad arterie a scorrimento veloce: insomma, il rischio per l’incolumità dei gatti è davvero altissima. Dunque, ci chiediamo: dove sarebbe il benessere degli animali di cui Pizzarotti, in quanto sindaco, dovrebbe essere garante? Sollecitiamo il primo cittadino di Parma ad ascoltare il monito di animalisti e volontari, a tornare sui propri passi, e a riporre nel cassetto la decisione del trasferimento, che consideriamo illogica e avventata. Come Rivoluzione Animalista, rimaniamo assolutamente disponibili a un incontro”. Così, in una nota, il segretario nazionale del partito “Rivoluzione Animalista”, Gabriella Caramanica.

Torna su
ParmaToday è in caricamento