In centro a Parma con il risciò: progetto al via da settembre

Assegnate le autorizzazioni

Da settembre si potrà girare in centro storico a Parma con il risciò: la novità fa seguito all'assegnazione del bando con cui il Comune di Parma, settore mobilità, ha previsto il rilascio delle autorizzazioni per lo svolgimento di questo servizio, nell'ambito della azioni volte a promuovere la mobilità urbana sostenibile.

Le autorizzazioni sono state assegnate dal Comune ad una società costituita a Parma da tre imprenditori con una consolidata esperienza nel settore sia della logistica che del food. Si tratta di soggetti che hanno fatto del brand “Parma sostenibile” il loro core business, ed il nuovo servizio permetterà a turisti e parmigiani di conoscere meglio la città, grazie ad un mezzo insolito con tour organizzati a tema su percorsi incentrati sulle eccellenze gastronomiche e le bellezze storico – monumentali.

Il nuovo servizio è stato pensato anche in vista del prossimo anno, quando Parma sarà Capitale della Cultura Italiana 2020 e per valorizzare le proposte ed i percorsi legati a Parma Città Creative per la Gastronomia Unesco. Con i risciò sarà possibile attraversare i parchi ed i giardini urbani, sostare in corrispondenza dei monumenti di interesse storico e artistico, ma anche nelle vicinanze di botteghe storiche e negozi, apprezzando appieno quanto la città offre anche in termini di proposte enograstronomiche.

I risciò saranno attivi in via sperimentale da settembre, poco prima dell’annuale appuntamento della Settimana Europea della Mobilità Sostenibile. Sono mezzi a impatto ambientale zero su cui potranno salire al massimo due persone ed un bambino per volta, si muoveranno su percorsi differenti, all'interno del centro storico. Il tempo di utilizzo varia da un minimo di un'ora ad un massimo di due. I risciò avranno postazioni di partenza in piazza Garibaldi e, proprio per le loro caratteristiche tecniche - sono delle biciclette - potranno circolare agevolmente e senza inquinare all'interno di zone precluse al traffico e nei parchi pubblici.

Il progetto innovativo è stato fortemente voluto dall'Assessore alle Politiche di Sostenibilità Ambientale, Tiziana Benassi, nell'ambito delle azioni previste dalla Riforma della Mobilità, alla luce della positiva sperimentazione dello scorso anno in occasione del “P – Day”, giornata dedicata ai pedoni a Parma..

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' morta la 38enne di Fontanellato colpita da un malore in acqua

  • Tragedia a Varano: 39enne muore schiacchiato dalla ruspa che stava conducendo

  • Abusi sessuali nei confronti di un bambino di 11 anni: arrestato 37enne

  • Annaffia i fiori e l'acqua finisce sul balcone di sotto: 53enne aggredisce il vicino con un grosso machete

  • La parmigiana Erica Talco torna a 'Uomini e donne'

  • Roccabianca: scoperte due concessionarie abusive di auto

Torna su
ParmaToday è in caricamento