"In provincia di parma più di una casa su cinque è vuota"

È quanto emerge da un’analisi di Solo Affitti, rete immobiliare specializzata nella locazione con 300 agenzie, realizzata in occasione dell’apertura del primo “punto partner” a Salsomaggiore Terme

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Nel parmense più di una casa su 5 (22%, circa 54 mila immobili) è vuota, con Bore che registra la percentuale più alta di immobili non occupati (75,1% del totale, circa 2600 immobili,) e il comune Parma quella più bassa (9,5%, oltre 8500 case). È quanto emerge da un’analisi* di Solo Affitti, rete immobiliare specializzata nella locazione con 300 agenzie, illustrata in occasione dell’apertura del primo “punto partner” presso l’agenzia “Arcadia Immobiliare” di Piazza Vitale Zancarini 4 a Salsomaggiore Terme. Solo Affitti ha studiato il progetto “Punti partner” per allargare la sua presenza sul territorio nazionale. L’iniziativa dà la possibilità di creare un corner dedicato alle locazioni all’interno di un’agenzia partner che si occupa anche di compravendite. Solo Affitti concede il proprio marchio in esclusiva di zona, fornendo tutti i servizi che offre anche ai suoi affiliati monomarca. Il progetto è stato pensato per andare incontro a un’esplicita richiesta degli agenti immobiliari che hanno chiesto a Solo Affitti di aiutarli a specializzarsi rapidamente nel mercato locativo, per diversificare il loro rischio d’impresa. A oggi sono oltre 60 i punti partner aperti in Italia. Secondo Solo Affitti, che propone di sostenere il mercato locativo valorizzando gli immobili non occupati, tra i comuni con più case vuote ci sono anche Monchio delle Corti (60,3%, quasi 1200 immobili, Tizzano Val Parma (60%, poco meno di 1950 case) e Bardi (56,6%, oltre 1900). Tra i comuni dove invece il tasso di appartamenti vuoti è più basso ci sono, dopo Parma ci sono anche Torrile, con una percentuale vicina al 10%, Sorbolo (11%), Collecchio (11,7%) e Fidenza (13,7%). A Salsomaggiore Terme il tasso di immobili non occupati è pari al 22,9% (meno di 3000 case), in linea con la media provinciale. “Per un monolocale a Salsomaggiore – spiega Filippo Maria Giacobbi, responsabile del punto partner della città – si pagano da 250 a 300 euro al mese. L’esborso sale a 400 euro mensili bilocali e trilocali e può arrivare a 500 euro per i quadrilocali. A Fidenza il costo degli affitti aumenta di circa 50/70 euro per ogni tipologia di appartamento. A cercare casa in affitto sono soprattutto le giovani coppie, sia già residenti sia in arrivo da altre città per motivi lavoro, che richiedono appartamenti con due locali. Requisiti preferenziali – conclude Giacobbi – sono la presenza di un giardino mentre la disponibilità di un garage o posto auto non è considerata fondamentale”. In Italia sono oltre 7 milioni le case non occupate (22,5% del totale) con una presenza maggiore in regioni del Sud come Calabria (2° posto nazionale con il 38,7% e quasi 482 mila case), Molise (3° con il 36,9% e oltre 73 mila case) e Abruzzo (4° con il 32,7% e oltre 250 mila ) per effetto dell’emigrazione. Il trend è sviluppato anche in Valle d’Aosta (1° posto in Italia con il 50% per quasi 59 mila immobili) e Trentino Alto Adige (9° con il 27,2% e oltre 156 mila) dove abbondano le case di villeggiatura. Il punto partner Solo Affitti presso l’agenzia di Piazza Vitale Zancarini 4 è aperto dal lunedì al venerdì (9.00 – 12.30 e 15.00 – 19.00) e il sabato: 9.00– 12:30.

Torna su
ParmaToday è in caricamento