L’Asilo rEsiste, stati generali dell’accoglienza a Parma “Prospettive, idee e azioni dopo il decreto Salvini”

La giornata, che riunirà oltre trecento persone in arrivo da tutta Italia, prenderà il via sabato 15 dicembre alle 9:30

Mettere insieme tutti i soggetti impegnati nei percorsi di tutela, accoglienza e integrazione di migranti, richiedenti asilo e rifugiati, gli enti locali e le istituzioni pubbliche di diverso livello, e tutti i soggetti pubblici e privati interessati, con l’obiettivo di costruire un nuovo sistema di accoglienza alla luce della legge nata dal decreto Immigrazione e Sicurezza. E’ questo, in sintesi, l’obiettivo della “call for action” lanciata dalla rete nazionale di soggetti dell’accoglienza Europasilo – in collaborazione con Ciac Parma - che si terrà alla Camera di Commercio di Parma il prossimo 15 dicembre.

La giornata, che riunirà oltre trecento persone in arrivo da tutta Italia, prenderà il via alle 9:30 con un’assemblea plenaria, coordinata da Chiara Marchetti di Ciac Parma e introdotta da Gianfranco Schiavone della rete Europasilo e presidente di Ics Trieste, in cui verranno spiegati i temi di giornata attraverso gli interventi di Livio Neri dell’Asgi (Associazione studi giuridici sull’immigrazione), Daniela di Di Capua (Servizio Centrale Sprar), Marìka Surace (Cild) e manderà un contributo video Daniele Viotti, europarlamentare del Partito democratico.

Subito dopo si riuniranno quattro tavoli tematici che, sugli spunti arrivati dalla plenaria, entreranno nei particolari e proveranno a rispondere ad alcune domande fondamentali:

“Libertà di movimento” e in particolare della chiusura delle frontiere: come promuovere e ampliare le vie legali di accesso? I corridoi umanitari, il resettlement, il ricongiungimento sono pratiche già percorse, anche se di portata limitata.

 “Garanzie dei diritti”, con la domanda fondamentale riguardo a quale sarà la protezione legale per i migranti nel nuovo scenario? Ma anche è possibile promuovere ulteriori forme di assistenza e protezione legali sia in frontiera che all’interno dei territori? Quali raccordi sono possibili con i presìdi e i servizi territoriali esistenti?

“Difendere l’accoglienza”, come tutelare gli esclusi? Quale rapporto Cas-Sprar? L’asilo, i rifugiati, i minori non accompagnati non sono una questione di sicurezza pubblica. Per questo devono uscire dal dominio del Ministero dell’interno ed entrare a pieno titolo nei luoghi di governance territoriale e nel welfare universale. Gli stessi enti che si occupano di accoglienza e tutela devono uscire dall’“angolo” dei servizi dedicati e rilanciare in termini non solo di accoglienza ma anche di “cittadinanza”.

“La sfida della comunicazione” – Come divulgare una diversa narrazione sulle migrazioni? Sulla cultura dei diritti, della solidarietà, dell’antirazzismo occorre trovare un modo diverso di comunicare e informare, di coinvolgere persone e soggetti anche al fuori dalle cerchie degli addetti ai lavori. Finora l’investimento e i risultati non sono stati adeguati e sufficienti. Come preparare il terreno per una trasformazione più ampia e ambiziosa che vada al di là di quelli che possono essere visti come interessi corporativi o di difesa dello status quo?

I contenuti emersi nei gruppi verranno poi messi in comune in una assemblea plenaria conclusiva. 

La partecipazione è gratuita fino a esaurimento posti.

Maggiori informazioni: www.europasilo.org

Per iscriversi: https://goo.gl/forms/duK3o0OAbb60FXa22

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Segreteria organizzativa: CIAC Onlus, via Bandini 6 – associazione@ciaconlus.or

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuovo focolaio nella Bassa: 33 lavoratori contagiati

  • Blitz contro gli assembramenti: chiuso un locale in via Emilio Lepido

  • Trovato il corpo del 18enne parmigiano annegato in mare

  • Coronavirus, a Parma 13 nuovi casi: 9 sono i lavoratori della cooperativa

  • Tragedia: 25enne muore in ospedale 18 mesi dopo l'incidente

  • Affittano una casa al mare ma la trovano occupata: coppia di Felino truffata via internet

Torna su
ParmaToday è in caricamento