La lettera di un ambulante: "Ci state ammazzando, perché?"

Massimiliano Savino è un operatore su area pubblica da trent'anni: "Penso che sia corretto fare una graduatoria tra tutti e non solo tra chi viene spostato di area. Vogliamo chiarezza"

"Credo che spostare dei banchi dal propio posteggio creando un’altra piazza sia un errore". Massimiliano Savino è un operatore su area pubblica da trent'anni. A Piazza Ghiaia c'è da una vita e scrive a ParmaToday.it per dire che il mercato sta morendo e che ci sono difficoltà nella ripresa del commercio. A proposito di spostamenti, si chiede e ci chiede con quale criterio i banchi vengano spostati e in quale piazza vengano collocati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Basterebbe lasciare i posteggi dove si trovano attualmente, piuttosto ridurre la metratura dei posteggi dove non si riescono a rispettare le distanze di sicurezza fino a fine emergenza. Spostando una parte dei banchi su un’altra piazza ci sarebbe un’altra area da gestire per le restrizioni covid-19 e impegnare atre risorse delle forze dell’ordine che dovrà gestire tale area. Già abbiamo avuto una perdita in questi tre mesi che è in recuperabile!!! Così facendo ci arriva un’altra bastonata. Capisco la difficoltà di gestire un emergenza di tale portata, ma sarebbe la soluzione meno dispendiosa per il comune, più veloce per la riapertura visto che abbiamo bisogno di lavorare al più presto altrimenti rischiamo di non ripartire più. Tale spostamento dei banchi porterebbe anche alla perdita dei clienti abituali quale metteranno del tempo a ritrovarci e un calo delle vendite che sarà già considerevole sia dal lato dell’emergenza sanitaria ma anche da quella economica. Spero profondamente almeno per una volta, che prevalga la voce degli ambulanti che si alzano tutte le mattine malgrado le condizioni atmosferiche, dando del loro meglio per fornire un servizio ai propri clienti mettendo passione amore per il propio lavoro e cercando di migliorare sempre. Aspettando notizie positive nel più breve tempo possibile colgo l’occasione di sottolineare che ci sarebbero altri aspetti da risolvere, riguardanti il mercato storico di Piazza Ghiaia e magari avere modo di un incontro con l’assessore al commercio su area pubblica con la possibilità di approfondire una volta finita l’emergenza". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Pilastrello, auto esce di strada: muore il conducente 51enne

  • Maestra parmigiana litiga su Twitter con un fumettista: poi si incontrano e lo sposa

  • Dal 3 giugno via libera agli spostamenti da Parma nelle altre regioni

  • Fase 2: ecco cosa si potrà fare (e cosa no) dal 3 giugno

  • Coronavirus: a Parma un morto e 4 nuovi casi

  • Emergenza Covid-19, 100 carabinieri contagiati: un militare di Noceto è deceduto

Torna su
ParmaToday è in caricamento