La segnalazione alla Polizia provinciale ora è via web

Con il sito “Segnalaparma”, che è stato presentato stamattina a Palazzo Giordani dal Presidente della Provincia Diego Rossi e dal Comandante della Polizia provinciale Sergio Peri

Si chiama “Segnalaparma”, il nuovo sito web dedicato alle segnalazioni faunistiche e ambientali alla Polizia provinciale per il controllo del territorio, presentato stamattina a palazzo Giordani,  dal Presidente della Provincia Diego Rossi e dal Comandante della Polizia Provinciale Sergio Peri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


Si tratta di un sistema informatizzato “web gis” di gestione delle segnalazioni relative alle problematiche del territorio, prodotto dalla ditta QWeb, che viene messo a disposizione di associazioni del volontariato, cittadini, agricoltori, portatori di interesse.
Le segnalazioni potranno riguardare tutte le tematiche di competenza della Polizia provinciale: atti di bracconaggio ittico-venatorio, reati ambientali, incidenti con animali selvatici, danni prodotti dalla fauna selvatica alle aziende agricole o alle infrastrutture, e altro ancora.
Le segnalazioni di questo tipo, di competenza della  Polizia provinciale, verranno gestite direttamente da questo Servizio, mentre eventuali segnalazioni su tematiche diverse verranno assegnate in tempo reale agli enti competenti che le prenderanno in carico.

“Con questo nuovo strumento il cittadino sarà protagonista attivo del controllo e della tutela del territorio – ha spiegato il Presidente Rossi - Segnalaparma si propone come la soluzione efficace per gestire queste criticità, coinvolgendo direttamente gli utenti e le associazioni attraverso una semplice piattaforma online.”

“Segnalaparma è stato realizzato dalla Provincia di Parma nell’ambito dei progetti di innovazione e sperimentazione per la qualificazione dei corpi di polizia locale finanziati dalla Regione Emilia Romagna - ha spiegato il Comandante della Polizia Provinciale Sergio Peri - secondo il modello di polizia locale di comunità”. 

L’applicazione consente di raccogliere tutti i dati necessari per tenere un registro unico delle segnalazioni (dati del segnalatore, tipologia d’intervento, dettagli del problema, eventuale foto, localizzazione sulla mappa) e di condividerli tra i vari uffici competenti, conservando un archivio storico delle segnalazioni.
Inoltre, lo strumento permette di comunicare direttamente al cittadino tramite e-mail la presa in carico del problema, la fattibilità degli interventi previsti, l’iter della segnalazione e l’esito della sua conclusione.
Il sistema informatizzato di gestione delle segnalazioni è stato sviluppato su due livelli distinti: un front end dedicato al pubblico per le segnalazioni ed un back end riservato alla polizia locale provinciale ed alle guardie giurate volontarie per la programmazione degli interventi.

Le segnalazioni costituiranno inoltre la base per l’organizzazione della vigilanza faunistico -venatoria ed ittica svolta dal servizio di polizia locale istituito presso la Provincia e dalle guardie giurate volontarie ittico - venatorie coordinate dalla stessa Provincia.

Al termine della presentazione sono stati consegnati gli attestati di partecipazione al corso di aggiornamento sulla vigilanza faunistico venatoria organizzato dal Servizio di Polizia Provinciale nell’ambito del progetto di qualificazione finanziato dalla Regione.

Nella foto: Giorgio Cicogna di QWeb, il Presidente della Provincia Diego Rossi, Il Comandante della Polizia provinciale Sergio Peri, Andrea Mari (Delegato provinciale Coordinamento Agricoltura, Caccia e Pesca).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Choc a Bedonia, lite per un muretto: 63enne uccide il vicino di casa 70enne fracassandogli il cranio

  • Calabria, Pizzarotti sullo spot che attacca il Nord: "Non dirò mai venite a Parma paragonandola ad altre città"

  • Blitz contro gli assembramenti: chiuso un locale in via Emilio Lepido

  • Paura a Cangelasio: esplosione ed incendio in un fienile e un'abitazione

  • Maxi evasione dell'Iva: la Finanza sequestra 12 milioni di euro a due cooperative del gruppo Taddei

  • Affittano una casa al mare ma la trovano occupata: coppia di Felino truffata via internet

Torna su
ParmaToday è in caricamento