La grande parata 'invade' le strade, Pizzarotti: "Sette anni fa rischiavamo il fallimento, ora Parma è tornata"

Al via la passeggiata inaugurale dal parco Ducale a piazza Garibaldi, il sindaco: "Oggi siamo qui, tutti insieme, in una marcia dorata di migliaia di persone verso il domani"

Dalle 16.30 di sabato 11 gennaio le vie del centro storico hanno visto sfilare People of Parma, una grande passeggiata inaugurale dove la “nazione Parma” (come la chiamava Attilio Bertolucci) accoglie l’energia della cultura proveniente da tutte le città d’Italia portando in corteo parole e immagini. E' seguito il discorso del sindaco Federico Pizzarotti, il lancio della composizione dal cantautore e pianista Raphael Gualazzi e un videomapping in cui saranno protagoniste le parole della cultura e le persone in piazza, in un iconico dialogo partecipativo. Il lungo serpentone giallo, composto dai tantissimi parmigiani e parmigiane che hanno deciso di prendere parte alla parata, è stato protagonista della prima giornata di inaugurazione.  

Per la serata due appuntamenti con al centro la grande musica: alle 19, l’Accademia del Carmine del Conservatorio Arrigo Boito eseguirà il concerto “Gran Partita” di Wolfang Amadeus Mozart, all’Auditorium del Carmine; alle 21 la musica si sposta all’Auditorium Paganini, con “24 Capricci per violino solo” di Niccolò Paganini eseguito dalla Filarmonica Arturo Toscanini, sotto la direzione di Roberto Molinelli e con Yury Revich al violino (ingresso a pagamento). 

"Oggi inauguriamo Parma Capitale della Cultura 2020 - ha esordito il sindaco Pizzarotti. Dietro c'è un grande lavoro, durato anni, di organizzazione di quello che sarà un anno straordinario. Io penso che, solamente sette anni fa sarebbe stato inimmaginabile pensare che saremmo arrivati qui oggi. Vorrei solo ricordare il nostro albero di Natale del 2012, in polistirolo, forse anche un pò triste. Quell'albero accendeva una luce sulla nostra città solo se tutti pedalavano insieme. Io penso che quello sia stato un simbolo del fatto che la città avrebbe dovuto unirsi per raggiungere dei risultati. Ci siamo uniti con tutte le forze della città: imprenditoriali, culturali e universitarie, con tutte le persone che hanno voluto, insieme, creare un'idea modello di una Parma diversa, che cerca di porsi sempre dei nuovi obiettivi. Ricordiamo il 2015 con Parma Città Creativa Unesco, un grande risultato che, mettendo insieme tutti i nostri territori, ci ha portato ad essere la prima città in Italia. Ora siamo candidati per la Green City del 2022. Voglio fare dei ringraziamenti a tutti i sindaci e le istituzioni del nostro territorio. E' una festa emiliana: abbiamo i rappresentanti di altri territori". 

"Sette anni fa rischiavamo il fallimento. Oggi invece siamo qui, tutti insieme, in una marcia dorata di migliaia di persone verso il domani. Benvenuti ora nella Capitale della Cultura 2020, Parma è tornata" ha scritto il sindaco Pizzarotti sul suo profilo Facebook poco dopo il suo intevento. 

SPECIALE - Parma Capitale della Cultura 

VIDEO - Il discorso del sindaco Federico Pizzarotti 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO - La grande festa in piazza Garibaldi 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in via Bologna: 50enne incinta di sette mesi muore in casa

  • Coronavirus, i 'furbetti' del supermercato: "Chi esce per comprare solo una birra è incosciente"

  • Coronavirus: a Parma sabato e domenica chiusi centri commerciali e supermercati

  • Salsomaggiore: muore il medico termale Ghvont Mrad

  • Coronavirus: il Gruppo Chiesi dona 3 milioni di euro e aumenta del 25% lo stipendio dei lavoratori

  • Coronavirus: in arrivo una nuova certificazione

Torna su
ParmaToday è in caricamento