Vacanze crociate: poco mare, famiglia e... lavoro

D'Aversa, a Tenerife, vuole ritrovare un gruppo pronto all'azione: sperando che Kulusevski possa rimanere al Parma

Il Parma è in vacanza. Staff tecnico e giocatori approfittano di questa settimana concessa da Roberto D’Aversa per allentare la morsa della fatica e dedicarsi un po’ al relax tra famiglia e… mare. Niente però fa pensare che la squadra possa ‘liberarsi’ in tutto e per tutto dell’ombra del generale Bob, che pure in vacanza deve tenere sotto controllo i suoi atleti. Fondamentale sarà la fase di riposo, serve al recupero delle energie, quelle che verranno distribuite poi sul campo nel piccolo richiamo di preparazione che D’Aversa ha studiato con il suo staff. Ogni giocatore seguirà chiaramente un programma di lavoro personalizzato, avrà un regime alimentare da rispettare e dovrà attenersi ai suoi ritmi per evitare di farsi trovare impreparati al rientro a Collecchio. Il ritrovo nel quartier generale del Parma è fissato per lunedì 30 dicembre, sarà un ultimo dell’anno all’insegna del lavoro in vista dell’Atalanta, sfida proibitiva che si prepara anche con l’allenamento del 1 gennaio. Qualcuno tra un pranzo in famigli a e l’altro sta già provvedendo: Kastriot Dermaku è tornato a casa per le feste e si allena già – come mostra fiero dalle sue Stories di Instagram - .

Sarà contento Roberto D’Aversa che – al sole di Tenerife – è in stretto contatto con Daniele Faggiano. Il ds è sempre sul pezzo per cercare di operare sul mercato e accontentare il suo tecnico che chiede due cose: resistere sul fronte Kulusevski e riuscire a portare a casa un colpo per reparto. Hanno scelto il sole anche Riccardo Gagliolo, che è volato a Dubai con la compagna, Gaston Brugman, a Zanzibar assieme alla fidanzata e Pezzella rifugiatosi nei paesaggi incantevoli delle Maldive. Caldo anche per il club manager Alessandro Lucarelli, volato anche lui alle Maldive con la famiglia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Bruno Alves torna a casa, in Portogallo, dove continua a lavorare seguendo il suo personalissimo stile di vita. A casa è tornato per rigenerarsi anche Juraj Kucka, tornato in tempo per disputare l’ultima partita del decennio. E’ tornato a casa anche Barillà, a Catona, nella sua Reggio Calabria, mentre Scozzarella – che si è curato a Cesena per smaltire la lesione – è rimasto a Jesolo. Probabilmente tornerà qualche giorno prima rispetto ai compagni per lavorare e seguire il suo programma dedicato, con la speranza di poterlo rivedere in campo contro l’Atalanta. Gervinho è volato a Lille, dalla sua famiglia, mentre Inglese se ne sta con i suoi verso Bologna. Grassi è rimasto a casa, così come Iacoponi e Kulusevski, tornato in Svezia dove non disdegna qualche sgambata con i suoi amici a basso ritmo, in attesa di capire che ne sarà del suo futuro. Karamoh invece è a Parigi: ritornerà per proseguire il suo lavoro personalizzato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in via Bologna: 50enne incinta di sette mesi muore in casa

  • Salsomaggiore: muore il medico termale Ghvont Mrad

  • Coronavirus, l'appello choc di una 26enne: "In 40 metri quadri in 6 con 4 figli: non abbiamo i soldi per fare la spesa"

  • Buoni spesa, Pizzarotti: "Da venerdì si potrà compilare il modulo online: ecco chi potrà chiederli"

  • Coronavirus, Vigili del Fuoco in lutto: muore a 58 anni Giorgio Gardini

  • "Chi non è residente deve lasciare l'abitazione": a Parma la truffa del falso avviso del Ministero dell'Interno

Torna su
ParmaToday è in caricamento