Pedemontana Sociale: Elisa Leoni è il nuovo presidente

Dal primo gennaio il sindaco di Felino è alla guida dell’azienda del welfare della Pedemontana. Succede al primo cittadino di Traversetolo Dall’Orto

Nuova staffetta alla guida di Pedemontana Sociale, l’Azienda del welfare dei cinque comuni dell’Unione Pedemontana Parmense (Collecchio, Felino, Montechiarugolo, Sala Baganza e Traversetolo). Dal primo gennaio 2020, la nuova presidente del Consiglio d’amministrazione è il sindaco di Felino Elisa Leoni, che raccoglie il testimone dal primo cittadino di Traversetolo Simone Dall’Orto. Leoni resterà in carica fino alla fine del 2020, così come stabilito dallo statuto dell’Azienda, che assegna la carica a rotazione annuale tra i cinque primi cittadini dell’Unione che siedono nel board.

«Ringrazio il mio predecessore per il lavoro svolto – sono le prime parole della neopresidente –, che rimane comunque nel Cda dell’azienda insieme agli altri sindaci dei Comuni dell’Unione con la carica di vicepresidente». La neopresidente sottolinea poi l’importanza del lavoro di squadra, che dev’essere sempre di più in sinergia con gli assessori al Sociale dei singoli Comuni: «Hanno un ruolo fondamentale sui loro territori, ma hanno anche un ruolo collettivo, essendo parte di un’azienda sovracomunale, in cui le decisioni politiche vengono prese in modo collegiale. E occorrerà operare sempre più in questa logica».

Riguardo alle priorità degli interventi sul welfare, «saranno quelle che abbiamo stabilito nel Piano Triennale 2020-2022 di Pedemontana Sociale approvato dal Consiglio dell’Unione lo scorso 18 novembre», afferma Leoni. Tra queste, spiega la
presidente, il potenziamento del servizio domiciliare a favore degli anziani attraverso lo sviluppo di progetti di prossimità, e l’introduzione di nuove figure di supporto, come l’assistente familiare di comunità. È inoltre previsto il potenziamento dei Centri diurni anche attraverso l’arrivo di nuove dotazioni tecniche (sollevatori mobili e arredi), e la formazione continua del personale all’utilizzo di metodi innovativi, come il validation, per stabilire una nella relazione con persone anziane affette da deterioramento cognitivo basata sui sentimenti. Novità anche nei servizi dedicati alle persone disabili, con i quali si continuerà a percorrere la strada maestra della maggiore autonomia possibile, con la messa a disposizione di due nuove unità abitative destinate alla convivenza (“co-housing”). Sono inoltre in fase di avvio due nuove strutture di accoglienza dedicate, rispettivamente, a donne vittime di violenza e a uomini in situazioni di difficoltà abitative, sociali ed economiche.

Altri punti fondamentali del programma triennale sono lo sviluppo e il consolidamento delle collaborazioni con l’Azienda Ausl del Distretto Sud Est, attraverso progettazioni mirate a costruire percorsi sempre più personalizzati ed attenti alle dimensioni della socializzazione e della rete tra nuclei familiari dei comuni dell’Unione e di tutto il Distretto Sud Est, che dalla fine dello scorso anno possono contare anche sul primo “Centro per le Famiglie”, in fase di sviluppo ma già operativo a Sala Baganza Un punto di riferimento per prevenire situazioni di ulteriore fragilità per genitori e ragazzi, con diverse aree di intervento: accoglienza- informazione e orientamento, sostegno delle competenze genitoriali ed empowerment relazionale, sviluppo delle risorse familiari e comunitarie. Un programma che per essere realizzato, già da quest’anno potrà contare su un budget di oltre 5,5 milioni di euro. Perché «sul welfare non si taglia – assicura la presidente di Pedemontana Sociale –. Anzi, investiremo sempre di più».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • VIRUS CINESE | CASO SOSPETTO A PARMA: donna al Maggiore

  • Collecchio: è morto il bimbo di 5 anni precipitato dalla finestra

  • Pauroso schianto tra auto e camion nella notte a Botteghino: un morto

  • Regionali, a Parma vince la Borgonzoni: Lega primo partito al 36,50%

  • Oliviero Toscani e Fabrica cercano fotografi per Parma2020

  • Sospetto virus cinese a Parma: la donna ricoverata al Maggiore ha il virus influenzale

Torna su
ParmaToday è in caricamento