Processo partecipativo per la revisione del Regolamento di Cittadinanza Attiva del Comune di Parma

Il Comune di Parma si è aggiudicato un finanziamento della Regione Emilia Romagna: ecco come funziona

Il Comune di Parma si è aggiudicato un finanziamento della Regione Emilia Romagna sul bando tematico Partecipazione (L.R. n. 15/2018) per attuare la revisione del Regolamento di Cittadinanza Attiva, che disciplina le modalità attraverso cui viene promosso l’impegno dei cittadini per la propria Comunità, sviluppandone il capitale sociale. Viene presentato oggi, in conferenza stampa, da Nicoletta Paci Assessora alla Partecipazione e Diritti dei Cittadini del Comune di Parma e da Debora Saccani Dirigente del Settore Associazionismo, Partecipazione e Pari Opportunità del Comune di Parma, l’avvio di un processo partecipativo che porterà, entro la fine di ottobre, all’approvazione formale di un documento di Proposta Partecipata.

Saranno attuati, a partire da maggio 2019, tavoli di lavoro, percorsi formativi e momenti pubblici informativi con l’obiettivo di aumentare la conoscenza e l’utilizzo dello strumento dei “Patti di collaborazione” da parte della cittadinanza interessata, degli stakeholders e delle realtà cittadine del volontariato. Sono previsti inoltre percorso di formazione, sia per il personale dell’Ente, sia per i soggetti esterni, sul tema della cittadinanza civica e delle forme di collaborazione possibili con il Comune di Parma per la salvaguardia - manutenzione del bene comune e per attività solidaristiche. 

Il percorso sarà attuato in collaborazione con LABSUS, laboratorio per la sussidiarietà a cui il Comune di Parma è associato. Il finanziamento della Regione Emilia Romagna premia e, allo stesso tempo, stimola e perfeziona il percorso che l’Assessorato alla Partecipazione ha intrapreso da anni in un contesto che ha visto a Parma una particolare sensibilità in tema di sostegno a un’attiva partecipazione dei cittadini alla vita politica e sociale della città. Infatti è stato avviato, negli scorsi anni, un percorso per l’avvicinamento delle persone all’amministrazione pubblica attraverso la costituzione, nei 13 quartieri della città, dei Consigli di Cittadini Volontari, rappresentanti delle necessità delle comunità locali, ed è in corso la realizzazione del progetto “Bilancio Partecipativo 2019/21”, finanziato sempre dalla L.R. 15/2018. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Inoltre sono stati istituiti tavoli di discussione tematici, la Consulta dei Popoli e il Consigliere aggiunto intesi quali strumenti di dialogo per tra le diverse culture. La condivisione, il più allargata possibile, di un percorso che perfezioni il Regolamento, definendone meglio le modalità operative e di diffusione, è l’invito che l’Assessorato alla Partecipazione vuole lanciare alla città e alla cittadinanza: anche fare parte del percorso di elaborazione dei documenti utili al coinvolgimento della comunità è elemento d’inclusione e di responsabilizzazione di un’intera comunità dedita alla salvaguardia del bene comune.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spostamenti tra regioni il 3 giugno: ecco perché rischiamo la chiusura per altre due settimane

  • Bimbo di 4 anni muore all'Ospedale Maggiore

  • Coronavirus: a Parma 21 nuovi casi e 2 morti

  • Parma fuori dall'incubo: nessun decesso e nessun nuovo caso

  • Pizzarotti annuncia: "Giochi per bambini vietati, nei circoli anziani non si può giocare a carte"

  • Morte del piccolo Jacopo, oggi l'autopsia: due persone indagate per omicidio colposo

Torna su
ParmaToday è in caricamento