Scompenso Cardiaco: presentato il Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale

Sala Congressi del Maggiore gremita per la partecipazioni di tanti professionisti della salute

Garantire una totale presa in carico del paziente in ogni momento della malattia, con un approccio multidisciplinare assicurato dai professionisti sanitari di Azienda USL e Azienda Ospedaliero-Universitaria insieme ai medici di famiglia.  E’  questo l’obiettivo del Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale (PDTA) dello scompenso cardiaco, illustrato  l’11 aprile all’Ospedale Maggiore.

In una sala Congressi gremita, si è parlato delle azioni del percorso e discusso in modo partecipato e costruttivo di proposte e suggerimenti.

Hanno aperto i lavori i Direttori Sanitari di AUSL, Giuseppina Frattini e di Azienda Ospedaliero-Universitaria Ettore Brianti.

L’iniziativa, che ha riscosso una grande interesse, è stata nuova occasione per saldare il percorso di integrazione che vede AUSL e Ospedale Maggiore mettere in comune  sempre maggiori competenze e professionalità al servizio dei cittadini.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Stalker si apposta sotto casa di una ventenne: tunisino arrestato

  • Cronaca

    A tu per tu con i ladri: attimi di terrore a Borghetto di Noceto

  • Attualità

    Finanza: muore a 42 anni il Tenente Colonnello Luigi Petese

  • Cronaca

    Torrile, vandali distruggono la vetrina della palestra e danneggiano il distributore automatico

I più letti della settimana

  • Tigotà apre a Parma lo store più grande della città

  • Un cane gli sporca i pantaloni, chiama la polizia ma è irregolare: 49enne rimpatriato in Nigeria

  • Bimba di 10 mesi muore nel sonno a Colorno: abitazione sotto sequestro

  • Ecco cosa fare a Pasqua a Pasquetta

  • Maxi tamponamento tra 4 auto e un furgone in via Emilia: ferito un 37enne di Fontanellato

  • Migranti, l'appello di 11 Enti sui nuovi bandi: "Servizi ridotti, ripercussioni sul territorio"

Torna su
ParmaToday è in caricamento