Stop Euro 4: nasce una pagina Facebook di protesta

Dopo le polemiche i parmigiani che hanno un'auto a diesel Euro 4, che non potrà circolare in città dal 1 ottobre, si organizzano sui social

Dopo le polemiche per il divieto di circolazione dei mezzi Euro 4 Diesel, che entrerà in vigore anche a Parma a partire dal 1 ottobre, è nata anche una pagina Facebook per protestare contro il provvedimento che impone lo stop alle auto alimentate a diesel. La pagina si chiama Pro Euro 4 Diesel e raccoglie le testimonianze dei tanti parmigiani che tra pochi giorni avranno un'auto 'irregolare' per le nuove normative contro l'inquinamento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ecco la prima. "La mia jeep cherokee che mi accompagna da 10 anni, dal 1 ottobre non potrà circolare in città, perché ritenuta inquinante nonostante la normativa europea indichi come scadenza il 2020. Io ho due figlie ed un cane doberman, ed è l'unica macchina in casa che possa trasportarci tutti e 5.  Chi vuole condividere con me le proprie esperienze? Questa pagina è libera purchè sia solo un libero scambio di immagini ed opinioni, non saranno accettati insulti, parolacce, offese o qualunque alterazione dei toni. Se qualcuno vuole collaborare allo sviluppo della pagina, si faccia avanti". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Pilastrello, auto esce di strada: muore il conducente 51enne

  • Maestra parmigiana litiga su Twitter con un fumettista: poi si incontrano e lo sposa

  • Dal 3 giugno via libera agli spostamenti da Parma nelle altre regioni

  • Fase 2: ecco cosa si potrà fare (e cosa no) dal 3 giugno

  • Coronavirus: a Parma un morto e 4 nuovi casi

  • Emergenza Covid-19, 100 carabinieri contagiati: un militare di Noceto è deceduto

Torna su
ParmaToday è in caricamento