Massacrata di botte dall'ex fidanzato sviene al lavoro: 27enne in prognosi riservata

Il 32enne l'ha trascinata per i capelli e picchiata nei pressi dell'ufficio del titolare, voleva 20 euro per la benzina della macchina: l'uomo è stato arrestato. La ragazza è gravissima

Sette anni di violenze fisiche e verbali. Poi il tragico episodio che ha fatto scattare la denuncia: la storia di una donna di 27 anni residente a Castelnuovo ne' Monti ha rischiato davvero di avere un bruttissimo finale. Perché l'uomo con cui conviveva, un reggiano di 33 anni, picchiandola per l'ennesima volta le ha procurato un ecchimosi sul mento e una grave emorragia cerebrale riscontrata solo dopo la Tac che poteva portarla in fin di vita. Tutto per venti euro. E' successo la sera del 17 marzo, quando i Carabinieri di Parma sono stati allertati dall'Ospedale dopo gli accertamenti alla donna. Che all'inizio teneva nascosta la cosa cercando di mascherarla come una caduta mentre giocava con la figlia. Poi la confessione e i vari episodi violenti a cui la ragazza era costretta in maniera abituale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Truffa del Postamat, la maxi indagine riguarda anche Parma

  • Chiamavano i clienti per offrirgli la droga: arrestati tre pusher

  • Pioggia e vento, allerta gialla nel parmense: week end con temperature in discesa

  • Un uomo minaccia di lanciarsi dal viadotto: fermato all'altezza di Fontevivo

  • Inciampa, cade e viene attaccata dai rottweiler del figlio

  • Scatta l'obbligo di gomme da neve sulle strade provinciali

Torna su
ParmaToday è in caricamento