Albareto, ha un malore nei boschi: muore fungaiolo 80enne

La tragedia nella mattinata del 22 settembre: per l'anziano non c'è stato nulla da fare

Nella mattina di sabato 22 settembre il Soccorso Alpino e Speleologico dell'Emilia Romagna è intervenuto nei boschi del comune parmense di Albareto, per un fungaiolo colto da malore nei boschi. L'uomo, un ottantenne residente a Bergamo, si trovava tra le località di Ronco Magno e Pradischelli, insieme alla moglie e al nipote. Improvvisamente l'uomo è stato colto da malore, e i parenti hanno immediatamente allertato i soccorsi. Sul posto sono confluiti i Vigili del Fuoco, il Soccorso Alpino e l'elisoccorso attrezzato per interventi in ambiente impervio. Purtroppo i soccorritori non hanno potuto fare altro che constatare il decesso dell'anziano fungaiolo ed attendere i Carabinieri di Borgotaro, che dopo aver avuto il nulla osta dal magistrato hanno acconsentito al trasporto della salma. Il corpo dell'uomo è stato quindi imbarellato e trasportato dal personale del Soccorso Alpino su un mezzo fuoristrada dei pompieri, quindi affidato alle onoranze funebri .

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spostamenti tra regioni il 3 giugno: ecco perché rischiamo la chiusura per altre due settimane

  • Da sabato 23 maggio i parmigiani potranno andare al mare: ma solo in Emilia-Romagna

  • Coronavirus: le regioni ad alto rischio non riapriranno il 3 giugno

  • Paura in via Emilia Est: auto si ribalta alla rotonda e finisce nel parcheggio dell'Ovs

  • "La mia prima cena dopo il lockdown: vi racconto com'è andata"

  • I carabinieri sequestrano tre piantine di 'marijuana': denunciato un 25enne

Torna su
ParmaToday è in caricamento