Dossier di Libera Informazione: 'Aemilia, Bernini arrestato', ma non è vero: l'Assemblea Regionale si scusa

"L'Ufficio di Presidenza dell'Assemblea legislativa regionale ritiene di doversi scusare con il dottor Bernini" si legge in una nota dopo l'errore contenuto nel Dossier 2014/2015 sulle mafie in Emilia-Romagna

"Nel prendere atto della segnalazione arrivata oggi in Aula da Tommaso Foti -si legge in una nota- presidente del Gruppo Fdi, relativa alla notizia, errata, dell’arresto dell’ex assessore comunale di Parma, Giovanni Paolo Bernini, lo scorso gennaio nell’ambito dell’inchiesta Aemilia, e riportata nel Dossier 2014/2015 sulle mafie in Emilia-Romagna realizzato da ‘Libera Informazione’, l’Ufficio di Presidenza dell’Assemblea legislativa regionale ritiene di doversi scusare con il dottor Bernini.

“L’Assemblea legislativa e la Giunta portano avanti con fermezza l’azione di contrasto all’infiltrazione della criminalità organizzata e di diffusione della cultura della legalità- sottolinea l’Ufficio di Presidenza- cercando anche di conoscere le modalità di radicamento delle mafie nei nostri territori. La collaborazione con ‘Libera Informazione’, da cui nasce il Dossier annuale sulle mafie in Emilia-Romagna, ha origine in questo contesto, in nome di un impegno di assoluta priorità. E proprio perché si tratta di un impegno fondamentale, non si può mai derogare dalla completezza e correttezza delle informazioni riportate”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Bedonia, precipita con l'auto nel Taro: muore 20enne

  • Terrore a Fidenza: rogo a bordo dell'autobus pieno di studenti

  • Panico in via Newton, fiamme nella scuola: evacuati gli studenti

  • Fallisce la Sebiplast: al via i licenziamenti collettivi

  • E' morto Beppe Aliano, il 19enne rimasto coinvolto nello scontro di Fontanini

  • Via Langhirano, pauroso frontale tra auto e camion nella notte: un ferito gravissimo

Torna su
ParmaToday è in caricamento