L'assessore Danni replica ad Ablondi: "La bretella migliora la viabilità e la qualità ambientale della zona"

"La bretella è finalizzata a razionalizzare il traffico pesante proveniente o diretto alla SPIP dalla direttrice Sorbolo/Casello A22, a ridurne il percorso (da 6 a 3 km circa) e, dunque, ad alleviare anche l’inquinamento"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

“Ringrazio Marco Ablondi  per aver sollevato un problema che ci permette di precisare qual è stato il ruolo della Provincia nell’adeguamento della rete viaria limitrofa ai poli Spip ed Ikea. La scelta del Comune di Parma di realizzare il Polo commerciale Ikea in località Ugozzolo ha determinato l’esigenza di un miglioramento complessivo della viabilità dell’intera area circostante. Con l’Accordo territoriale approvato (delibera n. 506 del 2007) sono state definite tutte le opere necessarie; tra queste spicca la realizzazione di una bretella di collegamento tra Via Burla (incrocio Via Forlanini) con la SP 62 (Parma-Sorbolo). Ricordo ad Ablondi – continua l’assessore – che la bretella è finalizzata a razionalizzare il traffico pesante proveniente o diretto alla SPIP dalla direttrice Sorbolo/Casello A22, a ridurne sensibilmente il percorso (da 6 a 3 km circa) all’interno del comune di Parma e, dunque, ad alleviare anche l’inquinamento.
In analogia a tutte le altre opere previste negli Accordi di programma, nel rispetto della normativa vigente, si è convenuto tra la Provincia e i Comuni di Parma e Sorbolo (delibera n.759 del 2008) di demandare la realizzazione della bretella ai soggetti attuatori delle opere di urbanizzazione del Polo commerciale Ikea che ne sostengono anche i relativi costi”.
 

Torna su
ParmaToday è in caricamento