Automobilisti sorpresi a guidare ubriachi, 13 denunce: tassi alcolemici oltre 2.50

Posti di blocco dei carabinieri a Parma e in alcuni Comuni della provincia: tassi alcolemici oltre 2 grammi/litro

Sono state tredici le denunce in totale, fatte dai carabinieri, nei confronti di altrettanti automobilisti che sono stati sorpresi a guidare con un tasso alcolemico più alto di quello consentito dalla legge. Nel corso di alcuni controlli, effettuati dai carabinieri di Borgotaro in alcuni comuni della provincia, sono state fermate tre uomini, di 27, 40 e 25 anni che avevano un tasso alcolemico tra l'1 e il 2.10 grammi per litro. Per tutti e tre è scattata la denuncia per guida in stato di ebrezza. Altre dieci persone, tra cui una donna di 39 anni, sono state fermate dai carabinieri di Parma che hanno allestito posti di blocco con l'etilometro in via Emilia e in piazzale Santa Croce. Due di loro si sono rifiutati di sottoporsi al test ed hanno avuto la sanzione massima. Avevano tassi alcolemici tra l'1 e i 2.50 grammi per litro. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz contro gli assembramenti: chiuso un locale in via Emilio Lepido

  • Choc a Bedonia, lite per un muretto: 63enne uccide il vicino di casa 70enne fracassandogli il cranio

  • Calabria, Pizzarotti sullo spot che attacca il Nord: "Non dirò mai venite a Parma paragonandola ad altre città"

  • Paura a Cangelasio: esplosione ed incendio in un fienile e un'abitazione

  • Affittano una casa al mare ma la trovano occupata: coppia di Felino truffata via internet

  • Maxi evasione dell'Iva: la Finanza sequestra 12 milioni di euro a due cooperative del gruppo Taddei

Torna su
ParmaToday è in caricamento