Barilla, inaugurato a Pedrignano il più grande magazzino automatizzato al mondo

Con una superficie di 40.000 metri quadri, 80.000 pallet, 120 autoveicoli caricati ogni giorno e 54 carrelli a tecnologia italiana LGV (Laser Guided Vehicles), il nuovo magazzino Barilla è un esempio di eccellenza nell’ambito della logistica a livello mondiale

Taglio del nastro oggi a Pedrignano per il più grande magazzino automatizzato al mondo con tecnologia LGV, realizzato da Barilla nella storico stabilimento sede del Gruppo, alle porte di Parma. Con una superficie di 40.000 metri quadri, 80.000 pallet, 120 autoveicoli caricati ogni giorno e 54 carrelli a tecnologia italiana LGV (Laser Guided Vehicles), il nuovo magazzino Barilla è un esempio di eccellenza nell’ambito della logistica a livello mondiale.
 
La cerimonia di inaugurazione - cui hanno preso parte Flavio Zanonato, Ministro per lo Sviluppo Economico, numerose autorità locali, i vertici del Gruppo e i rappresentanti dell’industria e della distribuzione organizzata - si è svolta nell’ambito dell’evento “Barilla e la ricetta per il futuro: tecnologia e innovazione Made in Italy”.
 
Un appuntamento organizzato per illustrare al meglio e far conoscere da vicino una struttura che permetterà a Barilla di migliorare il servizio offerto ai propri clienti (nello specifico i grandi gruppi della distribuzione organizzata) e di essere dunque più competitiva sul proprio mercato di riferimento. “Qui siamo in uno degli esempi più belli dell'imprenditoria italiana” ha dichiarato Flavio Zanonato, Ministro per lo Sviluppo Economico. “Nell'ambito dell'italianità è uno degli esempi più interessanti che riusciamo a proporre all'estero”.
 
“Il nuovo magazzino è l’espressione concreta della nuova strategia di crescita dell’azienda, che punta a raddoppiare il business offrendo prodotti alimentari buoni per le persone e per il Pianeta in tutto il mondo.” ha commentato Claudio Colzani, amministratore delegato del Gruppo Barilla. “Infatti dal magazzino saranno gestiti un quarto dei volumi globali di Barilla e quasi la metà di tutta la pasta e i sughi prodotti dall’azienda e venduti in tutto il mondo, dal Brasile al Giappone”.

Fiore all’occhiello della struttura è la tecnologia LGV di cui sono dotati i carrelli adibiti al trasporto e stoccaggio delle merci e il software di supervisione dell’impianto. Prodotti da Elettric80, azienda italiana con sede a Viano (Reggio Emilia), i carrelli si muovono senza l’ausilio di fili o binari utilizzando un software sofisticato che identifica gli ordini, localizza in tempo reale la posizione dei pallet da stoccare o prelevare e interagisce con i carrelli attraverso una rete in radiofrequenza.

La struttura – che ha visto un investimento di quasi 15 milioni di euro - rappresenta inoltre un modello di efficienza energetica e ambientale: consente di eliminare circa 3000 viaggi all’anno verso magazzini esterni, di abbattere quindi le emissioni di C02, di tagliare del 40% i consumi dell’illuminazione e di ridurre del 20% i consumi di energia termica.
 
Il nuovo magazzino di Pedrignano è adibito allo smistamento della merce prodotta nello stabilimento stesso (principalmente pasta di grano duro e all’uovo) e della merce proveniente da altri stabilimenti (sughi, biscotti, prodotti da forno). La visita al nuovo magazzino in piena operatività è stata preceduta da un tour guidato all’interno dello storico stabilimento produttivo costruito nel 1969, ancora oggi fiore all’occhiello dell’industria italiana con le oltre 1200 tonnellate di pasta prodotte ogni giorno, dove gli ospiti hanno potuto osservare e toccare con mano la lavorazione di tutti i tipi di pasta Barilla, dalla trafilatura dei vari formati alle modalità di confezionamento.
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di Franco
    Franco

    Complimenti! Questo è davvero il futuro. Abbattute le emissioni di C02, tagliati il 40% dei consumi dell’illuminazione ( ma enormemente aumentati quelli dei macchinari, che non vanno a pedali), ridotti del 20% i consumi di energia termica. ED ELIMINATI IL 99% DEI POSTI DI LAVORO. 

    • Avatar anonimo di michele
      michele

      A mio avviso non è esatto parlare di taglio dei posti lavoro...la tecnologia offre anche posti di lavoro! Semplicemente  in ambiti diversi..sicuramente  solo ad una certa fascia di popolazione adeguatamente formata..questo si!

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Pauroso schianto frontale tra auto e camion a Vicomero: 50enne gravissimo al Maggiore

  • Cronaca

    Spacciavano la droga dello stupro nei locali, 4 arresti tra cui un 'insospettabile' parmigiano di 52 anni

  • Cronaca

    Rubano tre orologi da 10 mila euro da Valenti: in manette due 'professionisti' delle gioiellerie

  • Cronaca

    Blitz della polizia: quartieri al setaccio contro i furti e l'immigrazione irregolare

I più letti della settimana

  • Blitz animalista a Cella di Noceto: liberati mille visoni

  • Il fisarmonicista Giovanni preso a pugni sotto casa

  • Incubo al Parco Ducale: "Vattene o ti taglio la gola"

  • Sorpresa Parma, Dezi rientra in lista

  • Molesta e perseguita la vicina di casa: 57enne arrestata per stalking

  • Torna l'incubo legionella: segnalati 14 casi a Parma

Torna su
ParmaToday è in caricamento