Macellaio 'infedele' cambia le etichette sulla carne per pagare meno: 35enne denunciato per furto

Un dipendente dell'Esselunga è stato identificato e denunciato dai poliziotti delle Volanti che si sono presentati all'interno del supermercato

Cambiava le etichette della carne per fare la spesa a basso costo e pagare di meno. E' questa l'accusa nei confronti di un dipendente dell'Esselunga, un macellaio di 35 anni, che è stato identificato dai poliziotti delle Volanti della Questura di Parma che si sono recati al supermercato, dopo alcune segnalazioni dei colleghi di lavoro, ed hanno denunciato il lavoratore infedele. Nello specifico il dipendente è stato sorpreso mentre stava pagando 8 euro alla cassa automatica, rispetto ai 43 euro di costo reale del cibo appena acquistato. 

E' successo ieri, lunedì 7 ottobre: i poliziotti, dopo aver verificato le segnalazioni, hanno accertato il comportamento del 35enne che, secondo la ricostruzione degli inquirenti, andava avanti da tempo. Il macellaio infatti si recava nel reparto in cui lavorava per fare spesa: cambiava le etichette delle confezioni e riusciva così a risparmiare diversi euro nel fare la spesa. Dopo essere stato accompagnato in Questura è stato denunciato per tentato furto. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I cinque migliori ristoranti per la pausa pranzo a Parma

  • Aeroporto, gli industriali ci mettono 8.5 milioni di euro: ecco i nuovi voli

  • È morto il 46enne investito da un ciclista in piazzale Picelli

  • Trova una ladra in camera da letto, la blocca e la fa arrestare: 26enne serba in carcere

  • "Buon viaggio Schinca": il ricordo degli amici del 40enne morto dopo lo schianto in moto

  • Fontanellato: 40enne morsa al polpaccio da una nutria

Torna su
ParmaToday è in caricamento