Roccamurata, sabato assemblea sull'emergenza amianto nelle cave

L'incontro si svolgerà presso la trattoria Pescacciatore della frazione borgotarese. E' organizzato dal Comitato "No Cava le Predelle", che si batte da anni per la chiusura della cava di ofiolite presente sul territorio

Sabato 19 febbraio, dalle ore 17:00 presso la trattoria Pescacciatore di Roccamurata (Borgo Val Di Taro), si svolgerà la seconda assemblea pubblica del Comitato “No Cava le Predelle”, che si batte da anni per la chiusura della cava di ofiolite presente sul territorio della frazione della Valtaro. Durante l'assemblea interverrà Fabio Paterniti, portavoce del comitato “Cave all'amianto No Grazie” di Bardi, con la relazione: “Amianto: le cave ofiolitiche, la morte invisibile delle nostre montagne”.

L'argomento dell'incontro riguarda le numerose cave di estrazione nella quali il minerale prelevato presenta fibre di amianto pericolose per la salute. La cava di Roccamurata è la più pericolosa dell’Emilia Romagna in quanto il materiale è una particolare pietra verde denominata tremolite, la fibra più dannosa della famiglia dell'absesto. Paolo Magnani presenterà documentazione filmata e fotografica di denuncia per le inapplicate norme di sicurezza nell’estrazione e nel trasporto dei carichi di fibre di amianto dalla cava di Roccamurata: farà da moderatore Gabriele Majo, direttore di stadiotardini.com

Roberto Bardini invece si occuperà delle problematiche idrografiche, franose e di impatto ambientale causati dagli scavi nella montagna di Gorro.
Il dibattito sarà aperto, valutazioni e visualizzazioni di documenti e gallerie fotografiche, svolte con accuratezza visti i preoccupanti danni alle abitazioni, saranno al centro dell'intervento di Simone Saia, con qualche ospite esperto.

Ci sarà infine una relazione sulle azioni di denuncia e legali intraprese dal "Comitato No Cava le Predelle" e prima ancora dalla comunità dei paesi di Roccamurata e Gorro. Il relatore per il periodo di competenza sarà Valerio Piscina, presidente uscente del comitato. La relazione sarà completata con le ultimi iniziative spiegate da Andrea Palù.

Rete Ambiente Parma, il coordinamento di associazioni e comitati del parmense che si interessano della salvaguardia dell'ambiente, ha dato la proprie piena adesione alla serata, così come l'associazione GCR, che si occupa della lotta all'inceneritore di Parma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Parmense flagellato dal maltempo: allagamenti, crolli e disagi per la neve

  • Esce di strada in via Emilia sotto la pioggia a dirotto: gravissimo al Maggiore

  • Nascondevano otto chili di cocaina in un garage del San Leonardo: arrestato un pizzaiolo ed il suo complice

  • Maltempo: allerta per piene dei fiumi e frane in Appennino

  • Gervinho, lesione di primo grado: ecco i tempi di recupero

  • Tegola Cornelius, si ferma in Nazionale: Parma senza attaccanti

Torna su
ParmaToday è in caricamento