Centrale a biomasse di Trecasali, i sindacati: "Riaprire tavolo di crisi"

In seguito alle polemiche tra Comune di Trecasali, Provincia di Parma ed Eridania Saddam, i sindacati temono che ci possano essere delle ricadute negative per i lavoratori dello zuccherificio

Zuccherificio Eridania a Trecasali

A seguito delle recenti notizie sul deterioramento dei rapporti tra l’amministrazione comunale di Trecasali, l’amministrazione provinciale di Parma e la direzione aziendale di Eridania Saddam, riguardo a criticità connesse alla realizzazione della centrale a biomasse, le organizzazioni sindacali di categoria di Cgil, Cisl e Uil e le RSU esprimono grande preoccupazione sulle possibili conseguenze che da queste posizioni  potrebbe derivare anche rispetto al futuro della continuità produttiva dello zuccherificio e alle sue ricadute occupazionali.

"I sindacati unitari - si legge in una nota - ritengono che si debba tentare di superare questi ostacoli. A tal fine si chiede che ognuno faccia responsabilmente la propria parte e a partire dal territorio, nel quale opera da tempo un Tavolo Istituzionale di Crisi, si proceda all’immediata riapertura di un tavolo negoziale che abbia l’obiettivo primario di trovare soluzioni le più largamente condivise e che contemperino i rilevanti interessi di cui tutte le parti in campo sono portatrici".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I cinque migliori ristoranti per la pausa pranzo a Parma

  • Macellaio 'infedele' cambia le etichette sulla carne per pagare meno: 35enne denunciato per furto

  • Si schianta in moto contro un muretto di fronte alla Metro: muore 40enne

  • Lavoro nero e scarse condizioni igieniche: i Nas chiudono un ristorante

  • Maxi blitz contro la 'chiesa' con il culto di Gesù Bambino di Gallinaro: perquisizioni a Parma

  • È morto il 46enne investito da un ciclista in piazzale Picelli

Torna su
ParmaToday è in caricamento