Centrale a biomasse di Trecasali: i Verdi contro Regione e Provincia

Gabriella Meo, consigliere regionale Sel-Verdi, si schiera contro il progetto dell'Eridania. "Le preoccupazioni degli amministratori di Trecasali sono fondate: aumenterà l'inquinamento atmosferico"

Il consigliere regionale Sel-Verdi, Gabriella Meo

La Giunta regionale e provinciale di Parma la vogliono, la Giunta comunale di Trecasali no, nonostante siano tutte di centrosinistra: ora la consigliera regionale verde Gabriella Meo appoggia il Comune della Bassa Parmense contro "la centrale a biomasse progettata dal gruppo Eridania Sadam nell'area industriale di San Quirico", che ha ospitato in visita solo il 10 settembre scorso l'assessore Rabboni della Regione e il vice presidente della Provincia, Ferrari.

"Le preoccupazioni degli amministratori di Trecasali sono fondate e pienamente condivisibili, soprattutto quella sul prevedibile aumento dell'inquinamento atmosferico", sostiene la Meo, che ha presentato un'interrogazione in Regione "in vista della valutazione di impatto ambientale del progetto da parte degli uffici regionali", per chiedera "alla Regione di negare l'autorizzazione a nuovi impianti che aumenterebbero i superamenti degli inquinanti" senza misure di compensazione. "La nuova centrale - precisa - non sarà a servizio dello zuccherificio di San Quirico, visto che la Provincia di Parma ha appena autorizzato Eridania ad installare tre nuove caldaie per la produzione di vapore per un totale di 27 Mw termici".

"Sul territorio - continua - insistono già diversi impianti di produzione di energia che contribuiscono al peggioramento della qualità dell'aria, come la centrale Edison da 135 Mw, di cui recentemente la Regione ha autorizzato la ristrutturazione a parità di potenza (revamping), e l'impianto a biogas della stessa Eridania e in un prossimo futuro la Bassa Parmense sarà attraversata dall'autostrada Tirreno-Brennero. In questo modo i principali inquinanti (polveri sottili e ossidi di azoto) aumenteranno sicuramente, mentre la cartografia regionale di zonizzazione di Pm10/NO2 individua già il comune di Trecasali, cosi come i comuni limitrofi di Sissa, Colorno e Torrile, fra le aree di superamento del Pm10 e il comune di Parma fra quelle di superamento del Pm10 e del NO2".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di franco mangiavacca
    franco mangiavacca

    è molto interessante il tempismo dell'interessamento della dottoressa Meo, seppure abitante in un paese confinante a trecasali, e sebbene sia stata più volte  esortata ad intervenire sull'argomento, in questi ultimi due anni non lo ha mai fatto, bisogna proprio dire megglio tardi che mai.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Costruisce una serra di marijuana in una stanza di casa: denunciato 29enne

  • Cronaca

    Molestie all'ex compagna, "Se mi denunci finisci male": arrestato

  • Incidenti stradali

    Noceto, due auto si scontrano e si ribaltano: due feriti al Maggiore

  • Sport

    La grinta di Lucarelli: "Dai Parma, ti manca poco"

I più letti della settimana

  • Tragedia in un'azienda agricola di Cozzano: 26enne muore travolto da un ballone di fieno

  • Bimba di 10 mesi muore nel sonno a Colorno: abitazione sotto sequestro

  • Poste non paga gli interessi di un buono di 34 anni fa: nonna e nipote risarciti

  • Lascia il figlio di 3 anni solo in casa per andare a firmare in Caserma, lui scappa in strada: 42enne denunciato

  • Primo prelievo multi organo a cuore fermo: lavoro di squadra tra Parma, Reggio e Modena

  • Tagli all'accoglienza: 21 euro a migrante ma Parma se ne frega e prepara mille posti

Torna su
ParmaToday è in caricamento