Espulsi 5 clandestini in 3 giorni: 59enne con precedenti per stupro rimpatriato con un volo da Malpensa

La Questura ha decretato l'espulsione di cinque immigrati irregolari con alle spalle precedenti penali

Negli ultimi giorni sono state effettuate cinque espulsioni di altrettanti cittadini extracomunitari, irregolari sul territorio italiano e con precedenti penali di vario tipo. Dopo il controllo delle Volanti del 24 gennaio, durante il quale era stata fermata un’auto con a bordo due persone trovate in possesso di oggetti atti allo scasso, un ucraino di 37 anni è stato espulso: si trova nel Cpr di Potenza.

Un noto spacciatore nigeriano della zona di S.Leonardo, dopo diverse denunce per spaccio di sostanze stupefacenti, nigeriano, è stato espulso il 25 gennaio: si trova nel Cpr di Bari. Il 29 gennaio un nigeriano di 59 anni, pregiudicato per reati contro la persona, ovvero stupro ai danni della figlia, da tempo “ricercato” dagli agenti dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Parma, è stato trovato grazie ad una segnalazione dei Carabinieri che lo hanno trovato presso la Comunità S. Francesco di Colorno. Convocato in Procura il 29 gennaio per essere sentito circa una denuncia da lui presentata, è stato fermato dai poliziotti dell’Ufficio Immigrazione, che hanno provveduto ad effettuare l'espulsione: prima è stato trattenuto presso i locali della Questura in attesa dell'udienza di convalida, poi è stato accompagnato alla frontiera aerea di Milano Malpensa, e quindi fisicamente allontanato dal territorio italiano.

Il 29 gennaio è stato esplulso anche un cittadino senegalese di 49 anni, con una misura alternativa al trattenimento al Cpr, ovvero la consegna del passaporto e l’obbligo di firma presso l’ufficio immigrazione. L'uomo è pregiudicato per stupefacenti e reati contro la persona. Sempre durante la giornata di ieri, dopo che i carabinieri hanno fermato un 32enne tunisino, pluripregiudicato, con 4 condanne per reati contro il patrimonio, già gravato da un provvedimento di espulsione, è stata presisposta l'espulsione ed è stato accompaganto al Cpr di Trapani. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollino antifascista, Pizzarotti sul ricorso al Tar: "Proponetelo tutti per un'Italia antifascista"

  • "Columbus, lo stabilimento di Martorano chiuderà nei primi mesi del 2020: a rischio centinaia di posti"

  • Senza patente distrugge tre auto e provoca un incendio, poi scappa: fermato giovane di Parma

  • Muore bimbo di 18 mesi: madre accusata di omicidio preterintenzionale

  • Maltempo, perturbazione in arrivo: da giovedì neve a Parma

  • Choc in centro: "I ragazzini delle baby gang si lanciano sotto ai bus in marcia"

Torna su
ParmaToday è in caricamento