Colorno, crollano 15 metri di muro della Reggia: tragedia sfiorata

Nel giardino ieri mattina dopo le 11 alcuni residenti hanno udito un forte rumore: un pezzo del muro che costeggia la struttura è crollato all'improvviso. Per fortuna in quel momento non passava nessuno: di solito il giardino è frequentato da famiglie con bambini

Il pezzo di muro crollato ieri mattina a Colorno

Colorno. Nel giardino della Reggia ieri mattina dopo le 11 alcuni residenti hanno udito un forte rumore: un pezzo del muro che costeggia la struttura è crollato all'improvviso. Si tratta di circa 15 metri di muro. I detriti sono rimasti a terra: poteva essere una tragedia. Nel giardino infatti spesso alcune famiglie con bambini si fermano per giocare e trascorrere il tempo. Complice la giornata bagnata di ieri nel momento del crollo non c'era nessuno. Ma è stata solo una casualità. La struttura è di proprietà della Provincia che ha già effettuato un sopralluogo per capire come poter intervenire per mettere in sicurezza l'area.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Rapinavano prostitute e donne ultra 80enni, sgominata banda di giovani violenti: tre arresti

  • Cronaca

    Sangue sulle strade: incidenti mortali in aumento del 120%

  • Green

    Parma ottava Smart City italiana, prima per consumo di suolo e inclusione sociale

  • Salute

    Harvard chiede il ritiro di 31 ricerche del cardiologo Piero Anversa

I più letti della settimana

  • Autocarro in fiamme in A1 a Campegine, due morti: autostrada chiusa

  • Guardia giurata ruba 1.200 euro dai distributori automatici dell'Ikea: denunciato 44enne

  • Malattie rare, studio made in Parma pubblicato sulla prestigiosa rivista americana JACI

  • Rubate 5 sonde endoscopiche all'Ospedale di Vaio: bottino di 320 mila euro

  • Parma, Siligardi: "In lista grazie a Pizzarotti, ora voglio dare tutto"

  • "Rapinatori o terroristi in centro con le maschere da clown e di Anonymus": scatta l'allarme al Barilla Center

Torna su
ParmaToday è in caricamento