Colorno, Metro college - 2° edizione

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Con l'inaugurazione dell'anno scolastico, oggi riparte il progetto "METRO College" - giunto alla sua 2° edizione - volto a sostenere la formazione dei futuri professionisti del mondo della ristorazione e
dell'accoglienza turistica. METRO si pone da sempre a fianco dei suoi clienti fornendo non solo materie prime e attrezzature professionali di qualità a prezzi competitivi, ma anche costruendo percorsi di formazione per i propri clienti. Prova ne è la consolidata partnership con Alma, la scuola internazionale di cucina italiana retta da Gualtiero Marchesi con sede nella Reggia di Colorno. Già dallo scorso anno scolastico, METRO ha messo a fuoco l'esigenza di sostenere i giovani che hanno scelto un percorso formativo che li porterà a diventare i futuri professionisti dell'Horeca. In quest'ottica, a Settembre 2011 ha preso il via il progetto "METRO College" con uno dei più prestigiosi istituti alberghieri d'Italia che si è distinto nel tempo per la qualità della proposta formativa e il forte radicamento sul territorio, l'IPSSAR "Erminio Maggia" di Stresa (VB). Grazie a questo progetto, lo studente Xhafaj Rushan, vincendo la gara di cucina che si è tenuta lo scorso 15 Maggio fra gli 8 migliori studenti dell'istituto, si è aggiudicato la borsa di studio - sponsorizzata da METRO Italia - per il "Corso Superiore di Cucina Italiana" 18^ edizione organizzato da Alma e che ha preso il via pochi giorni fa.
 
"Siamo lieti di rinnovare questa partnership con l'Istituto Maggia, - ha dichiarato Philippe Palazzi, Amministratore Delegato di METRO Italia - supportando così la scuola con attività di sostegno agli studenti. Sappiamo che essere studenti oggi, soprattutto se fuori sede come spesso accade per
questo tipo di percorsi, richiede sacrifici personali e familiari che un istituto pubblico, per quanto virtuoso, non può mitigare. Siamo quindi molto orgogliosi di questa consolidata partnership pubblico-privato disegnata insieme alla dirigenza scolastica dell'Istituto nell'esclusivo interesse degli studenti."
 
 
Torna su
ParmaToday è in caricamento