Spaccio di sostanze stupefacenti: ordinanza del sindaco Vignali

Sicurezza urbana: il Sindaco Vignali firma un'ordinanza per punire lo spaccio di sostanze stupefacenti. Per i trasgressori previste multe fino a 500 euro.

Divieto di acquisto di ogni tipo di sostanze stupefacenti, anche in modica quantità, in tutti i luoghi pubblici presenti sul territorio comunale. L'ultima ordinanza firmata dal Sindaco Pietro Vignali in materia di sicurezza urbana intende dare un segnale forte contro la contrattazione, la vendita e il conseguente consumo di droghe in città, grazie ad una misura che stabilisce anche il sequestro delle sostanze eventualmente rinvenute e fissa la sanzione per i trasgressori, che va da un minimo di 25 a un massimo di 500 euro.

L'ordinanza arriva a pochi giorni dall'avvio dei controlli del Nucleo Cinofilo della Polizia Municipale, previsti davanti agli edifici scolastici di Parma ed intende colpire non soltanto i consumatori abituali, ma anche quelli occasionali, partendo dal presupposto che l'assunzione di sostanze stupefacenti provoca, in ogni caso, stati di alterazione psicofisica non sempre prevedibili, che spesso sfociano in comportamenti violenti o addirittura reati che mettono a rischio la sicurezza urbana. Il testo dell'ordinanza non fa distinzioni fra droghe "leggere" e "pesanti", in quanto anche le cosiddette droghe "leggere" producono danni gravi sulla salute come danni cerebrali, psicosi, e crollo delle difese immunitarie.
L'acquisto di sostanze stupefacenti per uso personale, seppur non rilevante ai fini penali, lo è sotto il profilo sociale - viene spiegato nel testo dell'ordinanza - e per questo deve essere considerato un comportamento capace di provocare fenomeni pericolosi, che favoriscono situazioni di isolamento, malessere sociale e possibilità di atteggiamenti criminosi.

"L'Amministrazione comunale sta contrastando in ogni modo possibile la diffusione delle sostanze stupefacenti - afferma il Sindaco Pietro Vignali -. La creazione del Nucleo Cinofilo all'interno della Polizia Municipale è uno dei modi concreti adottati dall'Amministrazione per cercare di arginare e combattere quella che può essere paragonata ad una vera e propria piaga sociale, che sempre più spesso colpisce i giovani. Pur nel rispetto della legislazione vigente, abbiamo ritenuto doveroso introdurre questa ordinanza, che prevede sanzioni fino a 500 euro per i trasgressori, in quanto il commercio e l'uso di sostanze stupefacenti sono spesso alla base di comportamenti e situazioni che generano grave allarme sociale fra i cittadini".

"La lotta allo spaccio di droga e ogni sforzo volto a contrastare il fenomeno è un'attività fondamentale, specie in una città come Parma dove, stando agli ultimi dati, il trend del consumo è in aumento -spiega l'Assessore alla Sicurezza, Fabio Fecci -. L'Amministrazione, a tal proposito, ha posto in essere una serie di iniziative, dal Nucleo Cinofilo della Polizia Municipale all'adesione al protocollo nazionale "Drugs on street", che nel nostro territorio si declina nella campagna di sensibilizzazione "Io mi controllo e tu". Inoltre sono stati attivati controlli mirati, che partiranno a breve, per prevenire e sanzionare chi si mette al volante sotto l'effetto di stupefacenti. Non va dimenticato, infatti, che la droga non è solo un rischio per chi la consuma, ma anche per tutta la collettività che potenzialmente può subirne le ricadute sociali".

Potrebbe interessarti

  • Piscine interrate: costi e tempi per averne una nel proprio giardino

  • E' vero che i farmaci generici sono uguali a quelli di marca?

  • Ma come ti vesti... a un matrimonio estivo? Ecco tutti i consigli

  • Verità e falsi miti sui rimedi anti medusa

I più letti della settimana

  • Chiesi, 4 lettere di licenziamento: parte lo stato di agitazione

  • Neonato di 8 mesi si ustiona in Autogrill: è grave al Maggiore

  • Ecco le baby gang che tengono in ostaggio il centro: "Giovanissimi tra alcol, droga e risse violente"

  • Roncole Verdi: motociclista 57enne cade sull'asfalto e muore

  • "Invasione di sciami di cimici pericolose in Emilia-Romagna"

  • Metalmeccanici, il 14 giugno è sciopero generale: lavoratori di Parma alla manifestazione di Firenze

Torna su
ParmaToday è in caricamento