Donna aggredita dal taxista, Ravasini: "Discussione nata da una corsa non pagata"

Abbiamo intervistato il presidente di Radiotaxi dopo l'episodio di Collecchio: "Solitamente accompagniamo a casa le persone, per le donne aspettiamo che entrino in casa per prevenire episodi di violenza"

Dopo l'episodio della donna di Collecchio che ha denunciato di essere stata picchiata da un taxista alla fine della corsa abbiamo intervistato Roberto Ravasini, presidente di Radiotaxi, che ha parlato dell'episodio: "Abitualemente portiamo a casa le persone e per le donne aspettiamo anche il loro ingresso a casa per prevenire episodi di violenza". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il consorzio prenderà in esame la situazione -ha esordito Roberto Ravasini- anche dopo aver ascoltato il taxista. Noi di solito portiamo a casa le persone, soprattutto le donne, per le quali abbiamo anche una convenzione con il Comune di Parma: aspettiamo che le clienti femmine entrino nell'ingresso di casa perchè adesso la sicurezza è un pò diminuita. In genere facciamo un pò da baluardo da questa situazione. C'è stata una discussione tra le due parti perchè la signora credo che non abbia pagato la corsa". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: a Parma 21 nuovi casi e 2 morti

  • Tragedia a Pilastrello, auto esce di strada: muore il conducente 51enne

  • Morte del piccolo Jacopo, oggi l'autopsia: due persone indagate per omicidio colposo

  • Dal 3 giugno via libera agli spostamenti da Parma nelle altre regioni

  • Fase 2: ecco cosa si potrà fare (e cosa no) dal 3 giugno

  • Bonus affitto per famiglie e persone in difficoltà a causa dell'emergenza Covid: contributo fino a 1.500 euro

Torna su
ParmaToday è in caricamento