Amianto, le donne di Parma le più colpite dal mesotelioma

Lo comunica l'assessore regionale alla Sanità, Carlo Lusenti: "A Reggio Emilia registriamo il tasso di incidenza più altro tra gli uomini". Dal '96 ci sono stati 1309 decessi su 1675 casi di tumore

Rimozione dell'amianto

Parma è, insieme a Reggio Emilia, la città più colpita dal mesotelioma pleurico, il tumore correlato all'esposizione alle fibre aerodisperse dell'amianto (asbesto). Lo ha comunicato l'assessore regionale alla Sanità, Carlo Lusenti che ha dato anche le cifre. Dal 1996 sono stati registrati 1.675 casi di mesotelioma pleurico in regione e i decessi sono stati 1.309, di cui 967 uomini e 342 donne.

“A Reggio Emilia registriamo il tasso di incidenza più altro tra gli uomini- ha detto Lusenti- e a Parma il tasso più alto tra le donne”. Più in generale, sono “superiori alla media nazionale le province di Reggio Emilia, Ferrara e Piacenza” per quanto riguarda i maschi e “le province di Parma, Piacenza e Reggio Emilia” per le femmine. Per quanto riguarda il problema dello smaltimento dell’amianto, l'assessore riferisce che “nel 2011 è stato necessario intervenire su 46 casi di abbandono di rifiuti di amianto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la situazione in Emilia-Romagna: "Chi ha dubbi chiami il 118, non vada al Pronto Soccorso"

  • Bimba di sei anni muore per meningite

  • Coronavirus, è psicosi: supermercati presi d'assalto anche a Parma

  • Coronavirus: scuole chiuse a Parma e in tutta la regione fino al 1 marzo

  • CORONAVIRUS: TUTTO QUELLO CHE C'E' DA SAPERE

  • ATTENZIONE ! Coronavirus: sui social un'immagine fake di ParmaToday

Torna su
ParmaToday è in caricamento