E' ai domiciliari ma cerca di scappare in treno: 26enne nigeriano arrestato in stazione

Il giovane stava scontando la pena in un'abitazione di Parma: fermato con due trolley pieni di vestiti, soldi ed effetti personali

Avrebbe dovuto essere agli arresti domiciliari in un'abitazione di Parma ma è stato identificato e bloccato davanti alla stazione ferroviaria, mentre stava per prendere un treno ed aveva con sè due trolley pieni di vestiti, soldi ed effetti personali. Un giovane nigeriano di 26 anni, arrestato circa un anno fa dalla polfer di Milano poichè trovato con 800 grammi di cocaina, è stato arrestato dai carabinieri di Parma che si trovavano in zona per alcuni controlli: stava per partire. Era infatti appena sceso dall'auto di un amico ed aveva due trolley pieni di vestiti, soldi ed effetti personali. Al momento del controllo ha fornito false generalità: poi ha cercato di divincolarsi e scappare ma è stato bloccato dai militari. Per lui sono scattate le manette, oltre che per evasione, anche per resistenza a pubblico ufficiale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primi due casi a Parma: un uomo e una donna ricoverati al Maggiore

  • Coronavirus, la situazione in Emilia-Romagna: "Chi ha dubbi chiami il 118, non vada al Pronto Soccorso"

  • Montechiarugolo e Lesignano: tamponi e isolamento domiciliare per i famigliari dei contagiati

  • Coronavirus, due nuovi casi a Parma: il bilancio si aggrava e sale a quattro

  • Coronavirus, è psicosi: supermercati presi d'assalto anche a Parma

  • Coronavirus: si cercano le persone a contatto con l'uomo di Lesignano la sera del ballo a Codogno

Torna su
ParmaToday è in caricamento