Btt/Esselunga, nuovo stabilimento. Futuro incerto per 50 stagionali

Oltre 50 stagionali della Battistero, assorbita da Esselunga, attendono risposte. A pochi giorni dall'inaugurazione del centro gastronomico di SPIP non si sa se verranno assorbiti o meno. La Cgil non si pronuncia: "Siamo in trattativa"

Dalle ceneri di Battistero risorge Esselunga. Lo stabilimento di via della cooperazione, nel quartiere SPIP, dopo esser stato sventrato e ricostruito è pronto per ripartire. Diverrà il polo del Nord Italia della produzione gastronomica targata Esselunga. Gli ex dipendenti di Battistero (già BTT) in questi anni si sono barcamenati tra cassa integrazione straordinaria e trasferimenti negli stabilimenti di Milano e Firenze. Gli stagionali, per i quali Esselunga non ha alcun vincolo per il reintegro, non hanno ricevuto alcun indennizzo ed oggi, al contrario dei colleghi, rischiano di rimanere fuori dai cancelli di via della Cooperazione.

“Appena ripartirà la produzione – spiega Galloni della Filcams Cgili 26 dipendenti dell'ex Battistero inizieranno a lavorare nel nuovo stabilimento con lo stesso salario che percepivano in BTT. Per gli oltre 50 lavoratori stagionali il futuro è ancora incerto. Tra oggi e venerdì dovremmo decidere insieme ad Esselunga se verranno riassorbiti o meno. L'azienda non ha nessun obbligo di reintegro nei loro confronti, non ci sono vincoli normativi che prevedono l'assunzione degli stagionali.

"Quello che possiamo fare è solo un'operazione di moral suasion, niente di più. Siamo in trattativa, manteniamo il massimo riserbo sulle condizioni contrattuali proposte dalla dirigenza. Esselunga ci costringe a tempi stretti. Solo a dicembre ci hanno informati dell'intenzione di cambiare i contratti per i collaboratori esterni. Lo stabilimento sarà operativo già da fine mese. Servirà personale, ma non sappiamo se gli ex stagionali potranno essere assunti”.

LA PRECISAZIONE DI ESSELUNGA. Esselunga precisa che: nel giugno 2011 ha assunto tutti i 25 lavoratori Battistero in forza al momento dell’acquisizione dello stabilimento; non è aperta nessuna trattativa con le organizzazioni sindacali sugli stagionali ex Battistero. Esselunga conferma alcuni contatti con le organizzazioni sindacali locali finalizzati ad un possibile accordo di start-up con lo scopo di migliorare la flessibilità organizzativa dello stabilimento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nascondevano otto chili di cocaina in un garage del San Leonardo: arrestato un pizzaiolo ed il suo complice

  • Parmense flagellato dal maltempo: allagamenti, crolli e disagi per la neve

  • Esce di strada in via Emilia sotto la pioggia a dirotto: gravissimo al Maggiore

  • Maltempo: allerta per piene dei fiumi e frane in Appennino

  • Gervinho, lesione di primo grado: ecco i tempi di recupero

  • Usò il collare elettrico fino a provocare la morte del cane: condannato allevatore 47enne di Parma

Torna su
ParmaToday è in caricamento