“Famiglie in azienda”, un premio per chi aiuta a conciliare casa e lavoro

I vincitori riceveranno la targa durante il convegno internazionale del Network - di cui fanno parte Parma, Yambol (Bulgaria), Trollhattan (Svezia), Szeged (Ungheria) - che si terrà nella nostra città il 4 e 5 febbraio

Famiglie in azienda”: un premio europeo per le organizzazioni che si sono distinte per aver avviato, o che avvieranno nel breve periodo, iniziative di conciliazione dei tempi famiglia – lavoro. Lo ha istituito il Network europeo di città per la famiglia, di cui fanno parte Parma, Szeged, Trollhattan e Yambol, per sottolineare che il bilanciamento tra gli impegni lavorativi e quelli familiari è una sfida centrale per la società contemporanea, per la costruzione di un reale ben-essere delle persone e delle famiglie.

Proprio per sottolineare le azioni positive prodotte in questo ambito dai soggetti privati, il Network europeo di città per la famiglia ha istituto il premio “Famiglie in Azienda” (The European Award on family-work balance) che si prefigge di sottolineare la collaborazione virtuosa tra pubblico e privato necessaria a istituire un modello positivo e avanzato di welfare.

Potranno concorrere al premio tutti i soggetti che attuano procedure di conciliazione negli ambiti territoriali delle città di Parma, Yambol (Bulgaria), Trollhattan (Svezia), Szeged (Ungheria). Le iscrizioni al premio dovranno pervenire entro il 10 gennaio 2011. La commissione del Network europeo di città per la famiglia decreterà i vincitori selezionando due esperienze per ciascun contesto nazionale. I vincitori riceveranno la targa di premio durante il convegno internazionale del Network che si terrà a Parma il 4 e 5 febbraio 2011.

Il Network europeo di città per la famiglia. Riunisce Comuni europei che hanno scelto di porre la famiglia al centro della propria attività amministrativa. Nato a fine 2008 e parzialmente finanziato dalle istituzioni europee, il Network europeo di città per la famiglia promuove meeting e convegni di studio, proponendosi come laboratorio di politiche innovative per la famiglia da sottoporre ai governi locali, nazionali ed europei. Le quattro città aderenti sono impegnate in un percorso di confronto sulle politiche di promozione familiare, ispirato a una visione sussidiaria del sistema di welfare, che muova dall’ascolto dei bisogni e dalla mappatura delle esperienze esistenti generate dalla società civile. I lavori nel primo anno di attività si sono concentrati sul tema delle politiche di conciliazione famiglia/lavoro e sui servizi innovativi dedicati alla fascia 0-6 anni.
 
Il premio. Per ciascuna delle quattro aree territoriali delle città aderenti al Network saranno assegnati due premi: uno per la categoria “piccole e medie organizzazioni” e uno per le “grandi organizzazioni”. Per “organizzazioni” si intendono le società private, quelle non profit, le organizzazioni non governative, le università. Tutte le iniziative esaminate dovranno portare vantaggi diretti o indiretti ai lavoratori con figli o con altri soggetti a carico, quali anziani e disabili, e dovranno essere riconducibili ad almeno una delle seguenti macroaree: azioni in favore dei figli di dipendenti in età pre-scolare; sostegno e potenziamento dei sistemi di congedo genitoriale e cura familiare per parenti in situazione di bisogno; impegno nell’organizzazione dell’ambiente lavorativo in conseguenza di quanto emerso dalle procedure di audit; sostegno all’erogazione di servizi time-saving e a pacchetti famiglia da parte di aziende e organizzazioni del lavoro; sostegno a organizzazioni private non profit che erogano servizi per le famiglie; politiche di aiuto al rientro in azienda e nel mondo del lavoro, riqualificazione professionale dei lavoratori, orientamento alla carriera, coaching…

Per candidarsi al premio occorre inviare un documento sintetico descrittivo delle attività realizzate o in procinto di essere realizzate. Le modalità di candidatura sono reperibili sul sito del Comune di Parma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Basket in lutto: muore la 18enne Alessia Zambrelli

  • Violenta una bimba di 8 anni nel suo negozio: arrestato commerciante 37enne

  • Terrore in A1, auto si schianta e si incendia vicino al treno deragliato: muore una 21enne parmense

  • Schianto mortale in A1: arrestato il pirata della strada che ha travolto l'auto dei quattro giovani

  • Bimba muore per meningite

  • "Addio Alessia, che tu ora possa trovare la serenità"

Torna su
ParmaToday è in caricamento