Festa delle Barricate antifasciste in piazza dell'Annunziata: si parlerà anche del popolo curdo

Anche quest'anno si svolgerà la Festa delle Barricate antifasciste: sabato 12 settembre, a partire dalle ore 15, in Piazza dell'Annunziata, il Comitato Agosto 1922 ha infatti organizzato la sua sedicesima edizione

Anche quest’anno si svolgerà la Festa delle Barricate antifasciste: sabato 12 settembre, a partire dalle ore 15, in Piazza dell’Annunziata, il Comitato Agosto 1922 ha infatti organizzato la sua sedicesima edizione. L’iniziativa – nata spontaneamente e frequentata da persone di diverse età, dai giovani ai più anziani − è ormai un consueto appuntamento per ricordare la mobilitazione del popolo di Parma contro le migliaia di camicie nere giunte in città, in quella che fu la più importante spedizione punitiva fascista prima della Marcia su Roma. Tra il 2 e il 5 agosto, sotto il comando dagli Arditi del popolo di Guido Picelli e Antonio Cieri, gli abitanti dei borghi dell’Oltretorrente e del Naviglio tennero testa a quella violenta aggressione guidata dai ras più famosi dello squadrismo agrario padano, tra i quali Italo Balbo, fino all’epica vittoria del 6 agosto, quando le camicie nere lasciarono la città senza aver superato le barricate.

All’interno della piazza, tra via d’Azeglio e via Imbriani, saranno allestiti un punto ristoro e numerosi banchetti di collettivi e associazioni del movimento antifascista, con libri e materiale informativo. Verso le 16, partirà una visita guidata ad alcuni luoghi del quartiere, intitolata Oltretorrente e potere, che prenderà in esame la politica sociale e urbanistica delle amministrazioni liberali e fasciste rispetto agli abitanti di quei rioni malfamati e sovversivi. Il percorso sarà accompagnato dalle spiegazioni dei ricercatori del Centro studi movimenti. Sempre alle 16, in piazzale dell’Annunziata, si svolgeranno alcune letture animate per bambini a cura dell’Associazione Le città invisibili. Alle 17, poi, inizierà lo spettacolo di burattini Sandrone reduce del Teatro Medicoipnotico. Seguirà, alle 18, un dibattito sulla difficilissima situazione del popolo curdo, introdotto da un esponente dell’Ufficio informazione Kurdistan di Roma. In serata, infine, verso le 20, chiuderanno la festa i canti sociali e di lotta di diversi cori italiani e francesi, tra i quali anche il Coro dei Malfattori di Parma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Bedonia, precipita con l'auto nel Taro: muore 20enne

  • Panico in via Newton, fiamme nella scuola: evacuati gli studenti

  • Terrore a Fidenza: rogo a bordo dell'autobus pieno di studenti

  • Fallisce la Sebiplast: al via i licenziamenti collettivi

  • Spettacoli teatrali, arte e mercatini...di Natale: week end ricchissimo

  • E' morto Beppe Aliano, il 19enne rimasto coinvolto nello scontro di Fontanini

Torna su
ParmaToday è in caricamento