Frana Corniglio, Villani: "Utilizzare le risorse già stanziate per la ricostruzione"

È quanto chiede di valutare alla Regione il Consigliere di Forza Italia Luigi Villani. La proposta è di utilizzare quanto avanzato dagli stanziamenti per le frane precedenti per la ricostruzione delle abitazioni distrutte dagli eventi del 2013 nel medesimo territorio comunale

"Utilizzare le economie  delle risorse utilizzate per la ricostruzione delle abitazioni civili distrutte dalla frana di Corniglio per la ricostruzione delle abitazioni civili distrutte dagli eventi franosi avvenuti del 2013 nel medesimo territorio comunale". È quanto chiede di valutare alla Regione Emilia-Romagna il Consigliere regionale di Forza Italia, Luigi Giuseppe Villani, dopo avere fatto presente che la stessa Giunta regionale ha autorizzato il comune di Corniglio ad utilizzare per le imprese agricole danneggiate che debbono trasferire la propria attività a seguito del medesimo evento franoso, le disponibilità finanziarie derivanti dalle economie e dalla revoca dei contributi erogati a suo tempo con la deliberazione di giunta regionale 1398/99 per la frana di Corniglio in attuazione della Legge regionale 24/98.

L’esponente di Forza Italia considera infatti che risulterebbero economie anche per quanto riguarda i contributi stanziati sempre in attuazione della Legge regionale 24/98 ma utilizzati per la ricostruzione di abitazioni civili distrutte dalla frana di Corniglio e che esse ammonterebbero a circa 235.000 euro.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto a Varano dè Melegari, esce di strada con l'auto: muore 33enne

  • Venditti: "Ci hanno tolto la luce, abbiamo interrotto il concerto: imbarazzante"

  • Artigiano 35enne di Busseto stroncato da un malore in vacanza

  • "Quel medico ha cercato di infilarmi le mani sotto gli slip: ho rischiato di ferirmi con l'ago"

  • Sorbolo, pauroso frontale tra due auto in via Mantova: tre feriti gravi

  • Donna di 42 anni investita da un'auto in viale Mentana: gravissima al Maggiore

Torna su
ParmaToday è in caricamento