Galloni riparte sul serio: ecco la nuova macchina lavaprosciutti

Se a due settimane dal grande incendio che ha distrutto una parte del prosciuttificio Galloni di Langhirano le vendite sono aumentate del 22% ora è arrivata anche il nuovo strumento. Il proprietario Carlo Galloni ci crede e su Facebook riceve la solidarietà di tanti cittadini

Se, come vi abbiamo raccontato, a due settimane dal grande incendio che ha distrutto una parte del prosciuttificio Galloni di Langhirano le vendite sono aumentate del 22%, anche grazie alla mobilitazione post-incendio che ha raccolto tante persone intorno ai proprietari, ora è arrivata anche la nuova macchina lavaprosciutti, un passo concreto verso la ripresa. "La F.lli Galloni S.p.A. non si ferma - si leggeva in una nota di qualche giorno fa. A quasi due settimane dall’incendio che ha devastato uno dei magazzini, procurando ingenti danni alla produzione, lo storico prosciuttificio di Langhirano è nuovamente operativo. La ripresa immediata dell’attività – iniziata il lunedì successivo all’evento – è stata resa possibile dalla notevole capacità reattiva della famiglia Galloni e di tutti i dipendenti. Più chepositivi i dati di  che segnano un aumento delle vendite del 22% sulla grande distribuzione e del 10% sui negozi tradizionali rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’Azienda è ripartita rispettando i tempi di consegna di tutti gli ordini ricevuti. Nessun ritardo nella programmazione delle spedizioni all’estero. Notevole la solidarietà ricevuta dalle imprese locali e dal mondo economico e finanziario per riportare a pieno regime un’azienda – simbolo, da oltre 50 anni, della produzione di prosciutti crudi di Parma di qualità superiore. Azienda che nel 2015 ha raggiunto un fatturato consolidato di circa 30 milioni di euro, con una produzione complessiva di circa 280.000 pezzi annui e 58 dipendenti in tre stabilimenti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, i 'furbetti' del supermercato: "Chi esce per comprare solo una birra è incosciente"

  • Coronavirus: dopo Piacenza nuove restrizioni in arrivo anche a Parma

  • Coronavirus: a Parma sabato e domenica chiusi centri commerciali e supermercati

  • Salsomaggiore: muore il medico termale Ghvont Mrad

  • Coronavirus: il Gruppo Chiesi dona 3 milioni di euro e aumenta del 25% lo stipendio dei lavoratori

  • Coronavirus, Venturi: "Sistema al collasso se a Parma i contagi non diminuiscono"

Torna su
ParmaToday è in caricamento