Tragedia a Pontetaro: 25enne si tuffa nel fiume e annega

L'episodio è avvenuto alle ore 18 di lunedì 22 luglio all'altezza del viadotto della tangenziale: il corpo dell'operaio Tapha Fall è stato trovato alle 20.30

Si è tuffato nel Taro alle 18 e non è più riemerso. Nel pomeriggio di lunedì 22 luglio, sono scattate le ricerche di un giovane senegalese di 24 anni che si trovava all'altezza del viadotto della tangenziale, in prossimità dell'Interporto. I Vigili del Fuoco hanno perlustrato un fondone del Taro. Il corpo del giovane, Tapha Fall, un operaio 25enne senegalese residente a Fontevivo e che viveva da anni qui con la sua famiglia, è stato trovato alle 20.30. Il 25enne, che stava cercando un pò di refrigerio in una giornata caldissima, ha deciso di tuffarsi nel Taro ma è stato tradito probabilmente dalla corrente o dalla profondità delle acque in quel punto. Un'amica di Tapha ha fatto scattare i soccorsi e sul posto sono arrivati i Vigili del Fuoco di Parma, la Croce Rossa di Pontetaro, l'elisoccorso, i carabinieri di San Pancrazio e di Fontanellato e la polizia Locale di Fontevivo, oltre al sindaco Tommaso Fiazza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Truffa del Postamat, la maxi indagine riguarda anche Parma

  • Chiamavano i clienti per offrirgli la droga: arrestati tre pusher

  • Pioggia e vento, allerta gialla nel parmense: week end con temperature in discesa

  • Un uomo minaccia di lanciarsi dal viadotto: fermato all'altezza di Fontevivo

  • Inciampa, cade e viene attaccata dai rottweiler del figlio

  • Scatta l'obbligo di gomme da neve sulle strade provinciali

Torna su
ParmaToday è in caricamento