Il 100° Giro d'Italia passa a Parma venerdì 19 maggio

Torna a Parma il Giro d’Italia un’ottima occasione per festeggiare con tutta la cittadinanza la 100° edizione della manifestazione e i 2200 anni della nostra città: le modifiche alla viabilità

Sarà una vera e propria festa quella che accompagnerà i campioni del ciclismo mondiale quando transiteranno proprio nel cuore di Parma. “Il passaggio della carovana del Giro d’Italia a Parma non può che essere di estremo piacere – ha dichiarato Daniela Isetti, vice presidente vicario della Federazione Ciclismo– ringrazio l’Amministrazione di Parma che ha permesso il suo passaggio all’interno dei nostri territori. Ancora una volta possiamo vantarci di essere cittadini di una città votata allo sport. Il Giro d’Italia porta con se non solo l’agonismo proprio dello sport, ma è anche un forte promotore mediatico infatti permette di far conoscere a tutto il mondo le nostre bellezze: una cartolina impagabile. Come Federazione Ciclismo siamo grati che la città possa godere di tutto ciò”. “Grande emozione che deriva dal forte legame che mi lega a questo sport - ci ha detto Giorgio Dattaro presidente del comitato Regionale della Federazione Ciclistica Italiana-. Il ciclismo è la passione di una vita, insieme all’amico Vittorio Adorni da tre anni seguiamo da vicino le tappe e riviviamo le stesse emozioni di quando si gareggiava. Indelebile nella mia mente il ricordo del primo arrivo a Parma del 1983.” Anche Menozzi Einer presidente ACSI sottolinea quanto questa manifestazione sia un’occasione di festa per tutte le famiglie: “Nella nostra città abbiamo avuto personalità che hanno dato grande lustro a questo sport Vittorio Adorni è entrato nella storia del ciclismo, accogliere la carovana è di grande soddisfazione ed emozione, facciamo che sia una vera celebrazione dello sport.” Dopo la riunione in Prefettura che ha individuato gli elementi di attenzione legati alla viabilità per il passaggio in sicurezza del giro, domani si riunirà un tavolo tecnico per gli ultimi dettagli.

 I corridori arriveranno da Reggio e attraverseranno S. Prospero, via Emilio Lepido, via Emilia Est, barriera Repubblica, strada Repubblica, piazza Garibaldi e proseguiranno per via Mazzini, ponte di Mezzo, via D’Azeglio, piazzale S. Croce, via Gramsci, via Emilia Ovest, san Pancrazio, Fraore, il ponte sul Taro e l’omonimo abitato per proseguire poi verso fino a Fidenza e lasciare il parmense. Il passaggio dei corridori è previsto alle ore 12,30 in piazza Garibaldi a Parma.

Per tutto il tempo del percorso, dalle 12 alle 14,30 verrà istituito il divieto di circolazione lungo tutta la strada: sarà chiusa anche la tangenziale nord in direzione Reggio Emilia tra Via Mantova e Via Emilia Est, la tangenziale sud tra Via Traversetolo e la Salamini, oltre l’uscita sulla rotonda Vender. 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico scontro frontale tra auto e furgone a Parola: muore un 37enne

  • Bollino antifascista, Pizzarotti sul ricorso al Tar: "Proponetelo tutti per un'Italia antifascista"

  • Muore bimbo di 18 mesi: madre accusata di omicidio preterintenzionale

  • Choc in centro: "I ragazzini delle baby gang si lanciano sotto ai bus in marcia"

  • "Columbus, lo stabilimento di Martorano chiuderà nei primi mesi del 2020: a rischio centinaia di posti"

  • Maltempo, perturbazione in arrivo: da giovedì neve a Parma

Torna su
ParmaToday è in caricamento