Green Money 2, Norberto Mangiarotti patteggia 2 anni

Primo caso giudiziario concluso nell'inchiesta sulle tangenti nel verde pubblico: dopo l'accordo con la Pm Dal Monte l'imprenditore parmigiano ha collaborato con i magistrati fornendo informazioni utili

tangente

Primo caso giudiziario concluso per l'inchiesta Green Money 2. L'imprenditore Norberto Mangiarotti, arrestato nell'ambito dell'inchiesta della Guardia di Finanza per le tangenti negli appalti del verde pubblico, ha pattegiato due anno di carcere dopo l'accordo con la Pm Dal Monte. Dall'inizio della sua reclusione l'indagato ha collaborato con i magistrati ed ha successivamente fatto diverse ammissioni, che hanno aiutato gli inquirenti nelle indagini. Per questo motivo era stata il primo ad ottenere gli arresti domiciliari, seguiti poi dalla scarcerazione. L'accusa nei suoi confronti è di corruzione per gli appalti pubblici. Anche se la pena non è stata sospesa Mangiarotti potrebbe essere affidato ai servizi sociali e non fare ritorno in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico scontro frontale tra auto e furgone a Parola: muore un 37enne

  • Choc a Langhirano: 59enne muore travolta da un'auto mentre va a prendere la corriera

  • Bollino antifascista, Pizzarotti sul ricorso al Tar: "Proponetelo tutti per un'Italia antifascista"

  • Muore bimbo di 18 mesi: madre accusata di omicidio preterintenzionale

  • Choc in centro: "I ragazzini delle baby gang si lanciano sotto ai bus in marcia"

  • Maltempo, perturbazione in arrivo: da giovedì neve a Parma

Torna su
ParmaToday è in caricamento