Guardia di Finanza nella sede della Tep di via Taro

Gli uomini della Guardia di Finanza di Parma si sono presentati nella mattina dell'8 giugno presso la sede dell'azienda dei trasporti di Parma per acquisire alcuni documenti e atti

Gli uomini della Guardia di Finanza di Parma si sono presentati nella mattina dell'8 giugno presso la sede dell'azienda del trasporto pubblico di Parma per acquisire alcuni documenti e atti. I finanzieri sono rimasti all'interno della sede per alcune ore. L'azienda Tep si è messa a disposizione dei finanzieri: per ora massimo riserbo e bocche cucite sull'operazione del Comando di Parma nei confronti dell'azienda: non si hanno ancora certezze sui motivi del blitz. 

AGGIORNAMENTI- L'assessore al Bilancio Marco Ferretti ha letto in Consiglio Comunale una nota del presidente di Tep: "Personale della Guardia di Finanza si è presentata presso la sede della Tep in merito a un procedimento amministrativo in corso, c'è un indagine con risvolti penali. Il personale si è messo a dispozione per fornite la documentazione. Non possiamo fornire ulteriori dettagli, le indagini sono in corso da tempo ed abbiamo avuto altri accessi e fornito ulteriore documentazione. Gli organi di controllo si sono informati dall'inizio delle indagini e non hanno ritenuto di intervenire fino ad ora". “

Potrebbe interessarti

  • Parma, tappa per BlaBlaBus: si viaggia in tutta Europa

  • Morso del ragno violino: cosa fare

  • Bere alcolici fa male: il vero sballo è dire no

  • Come pulire e igienizzarei bidoni della spazzatura

I più letti della settimana

  • Tragico schianto in moto contro l'ambulanza, il fidanzato muore: 27enne di Parma in prognosi riservata

  • Incidente in piscina: la 12enne parmigiana è morta

  • Tragedia a Colorno: ciclista 54enne cade sull'Asolana e muore

  • Pauroso schianto tra auto e bici a Noceto: 16enne gravissimo al Maggiore

  • Parma, tappa per BlaBlaBus: si viaggia in tutta Europa

  • Caso Pesci, i medici del Pronto Soccorso: "Legata, con una pallina in bocca e frustata"

Torna su
ParmaToday è in caricamento