"Il cane non ha abbaiato": ecco il nuovo dossier antimafia de 'La Banda'

Sabato 27 a Castelfranco Emilia (Mo) la prima nazionale

Sarà presentato in prima nazionale a Castelfranco Emilia (Mo) il 27 gennaio alle ore 21.00 presso la biblioteca comunale dedicata a Lea Garofalo il nuovo dossier antimafia "Il cane non ha abbaiato – Aemilia, gioco d'azzardo e beni confiscati in Emilia Romagna".

A realizzarlo, l'equipe di associazioni emiliano-romagnole che fanno capo all’associazione “La Banda", ormai al quinto dossier antimafia in sette anni di attività.

L'associazione, che ha al suo attivo il sito www.mafiesottocasa.com, ha deciso di mettere su carta, in un’operazione autoprodotta e autofinanziata, tutte le sfaccettature delle mafie emiliano-romagnole, partendo dal maxi-processo Aemilia, dettagliato in ogni suo passaggio, per poi spaziare sulla presenza della crimininalità organizzata in regione che in questo momento conta oltre 50 cosche di mafie italiane più otto straniere.

Due focus arricchiscono il lavoro d'inchiesta: uno sui beni confiscati, oltre cento in regione, e uno sul gioco d'azzardo. Il 2017 infatti è stato l’anno della sentenza del processo “Black Monkey”, che ha fatto emergere la connessione tra mercato dell’azzardo e mafie.

A presentare e condurre l'evento il giornalista Francesco Dondi. Per l'associazione “La Banda” interverranno Rebecca Righi, Sara Donatelli e Massimo Manzoli.

Durante la serata sarà possibile ritirare una copia del dossier.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico scontro frontale tra auto e furgone a Parola: muore un 37enne

  • Choc a Langhirano: 59enne muore travolta da un'auto mentre va a prendere la corriera

  • Bollino antifascista, Pizzarotti sul ricorso al Tar: "Proponetelo tutti per un'Italia antifascista"

  • Muore bimbo di 18 mesi: madre accusata di omicidio preterintenzionale

  • Choc in centro: "I ragazzini delle baby gang si lanciano sotto ai bus in marcia"

  • Maltempo, perturbazione in arrivo: da giovedì neve a Parma

Torna su
ParmaToday è in caricamento