Nella casa del pusher custode l'arsenale dei banditi e mezzo chilo di eroina: arrestato 35enne albanese

Blitz dei poliziotti della Squadra Mobile all'interno di un'abitazione a San Pancrazio: l'uomo, incensurato, aveva 5 fucili e 3 pistole nascoste sotto al letto

Quando sono entrati all'interno della sua abitazione di San Pancrazio con un blitz i poliziotti della Squadra Mobile della Questura di Parma si sono trovati davanti un vero e proprio arsenale di armi, oltre a mezzo chilo di eroina e alcuni grammi di cocaina. Nascosti sotto al suo letto infatti c'erano ben cinque fucili e tre pistole semiautomatiche, alcuni dei quali rubati in provincia di Parma. Un 35enne albanese, le cui iniziali sono D.R. è stato arrestato con le accuse di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, porto abusivo d'armi, ricettazione e detenzione di armi con matricola abrasa. Metteva a disposizione la sua casa come deposito per i banditi che saccheggiano le abitazioni nel parmense. 

Nascosti sotto al letto c'erano i cinque fucili e le tre pistole semiautomatiche, con le relative munizioni. Nel corso della perquisizione nella stessa stanza gli agenti hanno trovato un panetto da mezzo chilo di eroina, oltre a 5 grammi di cocaina, un bilancino di precisione e due orologi da polso a cipolla, una fede nuziale e due collane. Due dei cinque fucili erano il bottino di un furto commesso a Fidenza nel dicembre del 2018 mentre una pistola era stata rubata durante un furto a Sorbolo nel febbraio del 2019. Le altre armi avevano la matricola abrasa. 

Il blitz dei poliziotti è avvenuto all'alba di martedì 14 gennaio, dopo alcune indagini avevano indicato il 35enne, come una persona, seppur incensurata, con stretti contatti con persone pregiudicate per furto e al centro di una fiorente attività di spaccio di sostanza stupefacenti.

L'eroina trovata in casa, circa mezzo chilo e già tagliata, sul mercato avrebbe fruttato circa 15 mila euro: stava per essere ripartita in dosi, che sarebbero poi state vendute in stada a circa 25 euro al grammo. Il 35enne albanese, che ora si trova nel carcere di via Burla, incensurato e sconosciuto alle autorità di polizia, metteva a disposizione la sua abitazione come deposito ad alcune bande di ladri, protagoniste di diversi furti in abitazione nel parmense. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Choc a Bedonia, lite per un muretto: 63enne uccide il vicino di casa 70enne fracassandogli il cranio

  • Calabria, Pizzarotti sullo spot che attacca il Nord: "Non dirò mai venite a Parma paragonandola ad altre città"

  • Paura a Cangelasio: esplosione ed incendio in un fienile e un'abitazione

  • Maxi evasione dell'Iva: la Finanza sequestra 12 milioni di euro a due cooperative del gruppo Taddei

  • Allerta meteo arancione per temporali, temperature in picchiata

  • Coronavirus, a Parma zero decessi e zero contagi

Torna su
ParmaToday è in caricamento