Insegue in auto e pedina sotto casa e al lavoro la sua ex compagna: arrestato

I carabinieri di Sala Baganza hanno eseguito l'ordinanza della Procura della Repubblica

Ha iniziato a molestare la sua ex compagna poco dopo che lei ha deciso, dopo quattro anni di relazione sentimentale, di interrompere il rapporto e la convivenza. Un uomo, residente a Sala Baganza, è stato arrestato dai carabinieri della stazione locale che hanno eseguito l'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip che ha accolto la richiesta della Procura della Repubblica di Parma per il reato di stalking. Il rapporto tra i due, iniziato nel 2014, si è concluso nel dicembre del 2018. Dal gennaio del 2019 la donna ha subito, secondo la ricostruzione dell'accusa, tutta una serie di molestie: dagli inseguimenti in auto, durante i quali creava appositamente situzioni di pericolo, agli appostamenti sotto casa e davanti al luogo di lavoro, le telefonate ed i messaggi ripetuti a tutte le ore del giorno e della notte, oltre che le minacce esplicite. La donna si era rivolta ai carabinieri in maggio: aveva descritto i comportamenti dell'ex convivente ma non lo aveva denunciato. Nei suoi confronti era stato comunque emesso un provvedimento di ammonizione da parte del Questore di Parma, notificato all'uomo a metà maggio. Nonostante questo l'ex compagno ha continuato a molestare la donna, che è stata costretta a cambiare le proprie abitudini: cercava strade alternative per andare al lavoro e prendeva delle precauzioni anche durante le ore di lavoro. Alla fine si è convinta a sporgere denuncia contro l'uomo, che è stato arrestato per stalking ed ora si trova nel carcere di via Burla in attesa del processo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina una donna in piazzale Pablo: 19enne gambiano lo insegue e lo fa arrestare

  • Coltellate sul Frecciarossa, sotto choc il parmigiano che ha difeso la donna: " Usata una cinta per fermare l'emorragia"

  • C'è un'altra Parma sotto terra

  • "L'ho sentita urlare e sono intervenuto. Così ho fermato lo scippatore"

  • Truffa del Postamat, la maxi indagine riguarda anche Parma

  • Chiamavano i clienti per offrirgli la droga: arrestati tre pusher

Torna su
ParmaToday è in caricamento