La movida degli Erasmus 'degenera', musica alta e schiamazzi fino a mattina: 17 denunciati e 7 fogli di via

Blitz di tre pattuglie della polizia di Stato e di due della polizia Locale in Borgo Giacomo Tommasini: gli studenti spagnoli ubriachi sono stati portato in Questura e fotosegnalati

La movida di alcuni giovani studenti universitari spagnoli del progetto Erasmus si è conclusa con 17 persone portate in Questura, identificate e denunciati per disturbo della quiete pubblica e lancio di cose pericolose e con 7 divieti di ritorno nel comune di Parma. Due giovani sono stati denunciati anche per minacce e resistenza a pubblico ufficiale. I festeggiamenti del gruppetto di giovani spagnoli e di un giovane italiano, docente di spagnolo, sono degenerati con musica e schiamazzi fino alle 7 di mattina, nella zona di Borgo Giacomo Tommasini. I residenti, esasperati per i rumori, hanno chiamato i poliziotti, che si sono recati sul posto con 3 pattuglie: con loro anche 2 pattuglie della Polizia Locale. Da un balcone di un'abitazione erano stati lanciati bicchieri, cuscini ed altri suppellettili mentre i giovani erano visibilmente ubriachi. Tutti i ragazzi e le ragazze presenti sono stati portati in Questura per poi essere identificati, fotosegnalati e denunciati per disturbo del riposo e delle occupazioni, lancio di cose pericolose. Due di loro sono stati denunciati anche per minacce e resistenza a pubblico ufficiale. Sette studenti spagnoli poi sono stati sottoposti al provvedimento del divieto di ritorno nel Comune di Parma per tre anni. 


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto a Varano dè Melegari, esce di strada con l'auto: muore 33enne

  • Venditti: "Ci hanno tolto la luce, abbiamo interrotto il concerto: imbarazzante"

  • Artigiano 35enne di Busseto stroncato da un malore in vacanza

  • "Quel medico ha cercato di infilarmi le mani sotto gli slip: ho rischiato di ferirmi con l'ago"

  • Sorbolo, pauroso frontale tra due auto in via Mantova: tre feriti gravi

  • Fatture false, società fantasma e fondi di denaro 'occulti' per evadere il fisco, tre arresti: sequestrati immobili di lusso

Torna su
ParmaToday è in caricamento