La polizia setaccia i quartieri a rischio, auto 'ai raggi X': quattro stranieri espulsi

Il sistema Mercurio permette di leggere automaticamente le targhe dei veicoli in circolazione e segnala eventuali anomalie

Controlli a tappeto nel fine settimana appena trascorso da parte dei poliziotti della Questura di Parma che hanno scandagliato i quartieri più a rischio e le vie interessate da fenomeni di spaccio di sostanze stupefacenti. Le attività, che sono state svolte di giorno e nelle ore notturne, erano indirizzate a rintracciare stranieri pericolosi e senza documenti, a prevenire i furti in abitazione e lo spaccio di droga. Sono state impiegate 3 pattuglie delle Volanti, 10 pattuglie del reparto Prevenzione Crimine di Reggio Emilia, 2 della polizia Municipale per un totale di 36 agenti della polizia e 6 della Municipale. I pattugliamenti sono stati effettuati a seguito di un’attenta attività di analisi e sfruttando anche il sistema Xlaw. 

I controlli si sono concentrati nel quartiere Oltretorrente, dove grazie alle segnalazioni sono stati adottati 3 fogli di via nei confronti di 3 uomini, pregiudicati, cittadini nigeriani, con vari precedenti per spaccio e resistenza a pubblico ufficiale, con l’intimazione di presentarsi alle Questure delle proprie città di residenza, Trapani, Foggia e Bari. Gli altri quartieri interessati sono stati l'Oltretorrente, il quartiere Pablo, il San Leonardo ma anche Cittadella e S. Martino e Lubiana con particolare attenzione alle vie di ingresso e di uscita delle città, dove sono stati adibiti diversi posti di controllo. Sono state controllate 148 persone e 60 veicoli. Un centinaio di auto sono state controllate con il sistema Mercurio, in dotazione alle pattuglie del reparto Prevenzione Crimine. 

Quattro cittadini stranieri,  tutti pericolosi e con pregiudizi di polizia, sono stati colpiti dal provvedimento dell’espulsione dal territorio nazionale: si tratta di due tunisini di 40 e 63 anni, un marocchino di 42 anni e un tunisino di 40 anni, il più pericoloso che è stato accompagnato al Cpr di Trapani, in attesa dell'espulsione dal territorio nazionale. 

Il sistema Mercurio 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Sistema Mercurio, è una nuova piattaforma tecnologica della Polizia di Stato per il controllo del territorio. Fissato sulla plancia della Volante, costituito da un tablet (che può anche essere rimosso e utilizzato all'esterno), con schermo multi-touch da 10 pollici, e da una telecamera esterna, dotata di zoom ottico 36x, viene utilizzato per la video sorveglianza in mobilità e per il servizio di lettura automatica delle targhe (ANPR). L'avanzatissimo sistema consente di compiere direttamente accertamenti sulle persone fermate in strada, di leggere automaticamente le targhe, riconoscendone al momento i numeri e le lettere con comparazione con quelli presenti nell'archivio delle auto rubate; se il riscontro è positivo allora gli agenti possono intervenire all'istante. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spostamenti tra regioni il 3 giugno: ecco perché rischiamo la chiusura per altre due settimane

  • Bimbo di 4 anni muore all'Ospedale Maggiore

  • Da sabato 23 maggio i parmigiani potranno andare al mare: ma solo in Emilia-Romagna

  • Parma fuori dall'incubo: nessun decesso e nessun nuovo caso

  • I carabinieri sequestrano tre piantine di 'marijuana': denunciato un 25enne

  • Pizzarotti annuncia: "Giochi per bambini vietati, nei circoli anziani non si può giocare a carte"

Torna su
ParmaToday è in caricamento