"La struttura rimane aperta, la proprietà ha già reso disponibili 120 mila euro"

L'avvocato delle società al centro dell'inchiesta di Finanza e Procura: "L'attività viene svolta in modo ordinario, senza pregiudizio per la clientela"

Una maxi inchiesta ha portato al sequestro del centro sportivo, che comprende anche l'Aqualena Fitness, tra via Budellungo e via Ximenes, e alle indagini nei confronti di sette persone, i referenti legali delle società coinvolte e i presunti gestori 'di fatto'. L'avvocato delle società Antonio Dimichele riferisce che "l'attività viene svolta in modo ordinario e regolare dai gestori, senza alcun pregiudizio per la clientela. Per ciò che attiene alla vicenda giudiziaria -aggiunge- la contestazione verte su un presunto mancato pagamento di tasse per gli anni 2014 e 2015 per 356 mila euro. La proprietà informa che ha già reso disponibile 120 mila euro e che in sede di Riesame verserà fideiussione per l'intera somma tacitando così ogni pretesa erariale". 

Potrebbe interessarti

  • Formiche, i rimedi naturali per allontanarle da casa

  • Un'idea rivoluzionaria? Arriva il lavaggio delle auto a domicilio

  • I rimedi naturali per allontanare api, vespe e calabroni senza danneggiare l'ambiente

  • 'Io accolgo': il flash mob con le coperte termiche al Regio

I più letti della settimana

  • "Questa pizzeria appartiene a Salvatore": ecco come i Grande Aracri controllavano un locale di Parma

  • Tragico schianto a Castione Baratti: muore motociclista 18enne

  • Terrore a Traversetolo, autobus a zig zag: i passeggeri evitano la tragedia

  • Pene gigante contro i passanti per un addio al celibato: parmigiano allontanato e multato

  • Choc in Pilotta, violenza sessuale contro una ventenne: arrestato 28enne pachistano

  • Tutte le tortellate di San Giovanni a Parma e provincia

Torna su
ParmaToday è in caricamento