Lemignano, tir pieno di sostanze tossiche si scontra con un'auto: ma è un'esercitazione

Imponente dispiegamento di mezzi e uomini nelle due spettacolari nei Boschi di Carrega, dove è stato impiegato l’elicottero antincendio dei Vigili del Fuoco

Venerdì 10 e sabato 11 maggio, sono stati giorni di grandi esercitazioni per la Protezione civile dell’Unione Pedemontana Parmense. I volontari hanno affrontato due emergenze simulate, gomito a gomito con i Vigili del Fuoco, gli agenti della Polizia Locale, i soccorritori dell’Assistenza Volontaria coordinati dalla Centrale Operativa del 118 Emilia-Est, gli amministratori e i tecnci dei Comuni di Collecchio, Sala Baganza, della Regione e dei Parchi del Ducato. Un dispiegamento di uomini e mezzi imponente che ha coinvolto complessivamente un centinaio di persone a partire dalla mattinata di venerdì, quando a Lemignano di Collecchio si è verificata la
prima, finta emergenza. 

Un mezzo pesante carico di fusti contenenti una sostanza pericolosa si è scontato con una Fiat Panda, gentilmente offerta da Autofficina 2000. La collisione ha provocato la rottura dei fusti e sul luogo si sono precipitati i Vigili del Fuoco, gli agenti della Polizia Locale, l’ambulanza e l’automedica del 118, che hanno estratto dall’auto due persone, di cui una è deceduta, e i volontari della Protezione civile.

I Vigili del Fuoco sono intervenuti con il nucleo specializzato NBCR (rischio nucleare-biologico-chimico-radiologico) ed è stata evacuata anche l’azienda Colorpiù che ha aderito all’iniziativa. La simulazione è stata coordinata da Franco Drigani, comandante della Polizia Locale Pedemontana e responsabile della Protezione civile, sotto l’occhio incuriosito dei ragazzi delle classi terze della scuola media “Domenico Galaverna” di Collecchio. Presente anche il comandante provinciale dei Vigili del Fuoco Vincenzo Giordano. 

Sabato 11 maggio è stato invece il giorno dell’incendio nel Parco Regionale dei Boschi di Carrega. Dopo un momento formativo che si è svolto nella Sala convegni della Rocca Sanvitale di Sala Baganza, l’esercitazione è scattata attorno alle 11 (la simulazione è stata anticipata al mattino a causa delle condizioni meteo sfavorevoli previste per il pomeriggio). Il parcheggio del Serraglio è stato utilizzato come campo base, ed è intervenuto anche l’elicottero antincendio dei vigili del fuoco che ha effettuato alcuni lanci, prelevando l’acqua dal Lago della Svizzera e da una vasca di plastica collocata all’inizio di via Capanna. Durante le esercitazioni sono stati attivati anche i COC, i centri operativi comunali e al termine delle simulazioni sono stati effettuati i debriefing per verificare il funzionamento del sistema.

«Le due simulazioni sono state fondamentali per testare “sul campo” le procedure e quanto previsto dai piani comunali di Protezione civile –sottolinea Elisa Leoni, sindaco di Felino e assessore dell’Unione alla Sicurezza e Prociv –. In questi anni abbiamo realizzato investimenti notevoli in termini di risorse economiche, umane e professionali, per garantire alla popolazione una maggiore
sicurezza. Ad esempio, è stata stipulata una convenzione con le associazioni che operano sul territorio, abbiamo destinato la nuova sede della Polizia Locale anche alla Protezione civile e ci siamo dotati di sistema radio indipendente, in grado di funzionare in ogni situazione».

Soddisfatto per l’andamento delle esercitazioni il comandante Drigani: «Tutte le forze in campo, che ringrazio per l’impegno, hanno dimostrato una grande preparazione e professionalità. Il sistema di Protezione civile dev’essere sempre mantenuto operativo e aggiornato con una formazione continua. E queste simulazioni, svolte in sinergia con le istituzioni e le altre forze chiamate ad
intervenire, sono molto importanti. L’impegno dell’Unione nel garantire la sicurezza dei cittadini in questi anni è stato intenso e costante, per essere sempre pronti ad affrontare ogni possibile emergenza».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' morta la 38enne di Fontanellato colpita da un malore in acqua

  • Rischia di annegare al mare a Marina di Massa: 38enne di Fontanellato gravissima

  • Abusi sessuali nei confronti di un bambino di 11 anni: arrestato 37enne

  • Scossa di terremoto 3.9 con epicentro a Borgotaro

  • Ricatto a luci rosse: "Paga 2 mila euro o diffondiamo le immagini dei video porno che hai guardato"

  • Roccabianca: scoperte due concessionarie abusive di auto

Torna su
ParmaToday è in caricamento