Mazzette per 'chiudere un occhio' sui controlli ambientali: 4 anni e 3 mesi al tecnico dell'Arpa

Si è concluso il processo nei confronti di Marco Lovati: per gli altri due imputati la pena è prescritta

Mazzette di qualche migliaia di euro per 'aggiustare' e 'chiudere un occhio' sui controlli ambientali effettuati dall'Arpa nel periodo tra il 2007 ed il 2008. Si è concluso il processo nei confronti del funzionario di Arpa Marco Lovati e di altri due funzionari dell'Ente, accusati di aver organizzato un sistema di corruzione che, in quegli anni, si sarebbe basato su favori, scambio di migliaia di euro, oltre a regali come prosciutti e punte di Parmigiano: la contropartita era assicurarsi l'ok per alcuni controlli ambientali. Il tecnico Marco Lovati è stato condannato a 4 anni e 3 mesi di reclusione mentre per gli altri due imputati la pena è prescritta. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primi due casi a Parma: un uomo e una donna ricoverati al Maggiore

  • Coronavirus, la situazione in Emilia-Romagna: "Chi ha dubbi chiami il 118, non vada al Pronto Soccorso"

  • Montechiarugolo e Lesignano: tamponi e isolamento domiciliare per i famigliari dei contagiati

  • Coronavirus, due nuovi casi a Parma: il bilancio si aggrava e sale a quattro

  • Coronavirus, è psicosi: supermercati presi d'assalto anche a Parma

  • Coronavirus: si cercano le persone a contatto con l'uomo di Lesignano la sera del ballo a Codogno

Torna su
ParmaToday è in caricamento