venerdì, 19 dicembre 5℃

P.le Inzani: mercatino del regalo per tornare a parlare e conoscersi

L'iniziativa, organizzata dall'associazione "Qui E ora", promuove il recupero di indumenti o libri non più utilizzati e regalarli, per ricreare socializzazione nel quartiere

Alice Pisu 3 marzo 2012

"Questo lo prendo subito, è tanto che lo volevo", commenta un'anziana signora afferrando dal carretto dei libri una vecchia copia di "Memorie di una maîtresse americana". In piazzale Inzani, tra libri, bancarelle di vestiti, scarpe disposte ordinatamente attorno a un albero, l'associazione "Qui E ora" di Borgo Parente ha organizzato il "Mercatino del regalo", dove chiunque può prendere ciò che gli piace, o donare qualcosa in buone condizioni che non usa più.

Tanti i volantini affissi nei portoni delle case del quartiere, per invitare gli abitanti a partecipare all'iniziativa soprannominata delle cinque "R": riduco, recupero, riparo, riciclo, regalo. Lo scopo non solo avviare un'iniziativa eco sostenibile, ma conoscersi e riportare una piazza storica come piazzale Inzani al ruolo di incontro e dialogo che aveva in passato. Vestiti, libri, elettrodomestici, stoviglie a quant'altro non più usato e in buone condizioni può essere consegnato presso la sede dell'associazione in borgo Parente. Gli oggetti ingombranti saranno trasportati gratuitamente con gli ormai noti "ciclocarretti" dell'associazione.

Annuncio promozionale

Appuntamento ogni giovedi, venerdì e sabato della prima settimana del mese, per un mercatino insolito e che intende promuovere il dialogo e la solidarietà reciproci, sarà infatti possibile nel mentre anche riparare la propria bicicletta e piccoli elettrodomestici con l'aiuto dei volontari dell'associazione. "Qui e ora - si legge nel volantino - da un'iniziativa come questa può iniziare un mondo nuovo senza sprechi, consumismo e guerre".

Oltretorrente
associazioni
mercatini
solidarietà

Commenti